Il Detox dopo le abbuffate

Le feste natalizie sono le più lunghe e ci vedono nel pieno esercizio del mangiare per più giorni di seguito. Tra la vigilia di Natale e Capodanno, abbiamo da quattro a sei appuntamenti di consumo culinario, con portate che vanno dall’antipasto al dolce; il tutto innaffiato con del buon vino e/o spumante e ancora torrone, panettoni e altri dolci tradizionali da stuzzicare per lo più fuori orario… Insomma, pranzi sicuramente altamente calorici e abbondanti.

Ma come fare per rientrare nella normalità detossificandoci e cercando di smaltire quei chili in eccesso che abbiamo preso durante queste feste?

Alcuni alimenti utili

Ci sono determinati alimenti che non solo hanno un’azione detossificante, ma permettono all’organismo di innescare un effetto che scioglie gli accumuli sia di grassi che di liquidi.
Occorre basare la nostra alimentazione prevalentemente su alimenti come:

  • Cereali integrali
  • Proteine vegetali
  • Verdure di stagione

tutti alimenti che hanno un indice insulinico e glicemico basso e possiedono la peculiarità di prevenire il deposito di grassi nell’organismo favorendone la rimozione.

Ingredienti utili

Alcune verdure, sia di terra che di mare, hanno un’azione particolarmente utile a smaltire i grassi e i ristagni accumulati come ad esempio:

  • Rape
  • Ravanelli
  • Daikon
  • Alghe marine

quindi alimenti che favoriscono la rimozione dei grassi depositati e hanno un potere drenante. 

Non ci sono grossi sacrifici da attuare, basta semplicemente spostare la nostra alimentazione su alimenti integrali, prevalentemente vegetali e privilegiare gli ingredienti che ci aiutano a tornare in forma. Una cosa è però importante sottolineare: la normalità deve essere questa, e non deve essere una scelta fatta solo ed esclusivamente per rimediare ad uno sgarro, ma è lo sgarro che deve essere considerata una scelta occasionale.

Entriamo nel dettaglio

Perchè questi ingredienti? Entriamo nello specifico

Daikon/rape/ravanelli – Sono verdure che normalmente si affiancano a piatti fritti, pesce o carne, proprio per la loro azione disintossicante, in particolare dagli eccessi di grasso e dalle proteine di origine animale e zuccheri. Nello specifico il daikon aiuta la depurazione di reni e fegato e partecipa alla eliminazione di tossine, grassi o ristagno di liquidi, azione che avviene attraverso l’urina. Il Daikon aiuta a ridurre l’infiammazione, migliora la circolazione e previene la formazione di coaguli.

Alghe – Sono ricchissime di vitamine, sali minerali, ma anche proteine e carboidrati. Hanno un effetto depurativo sul nostro organismo neutralizzando gli effetti acidificanti di un alimentazione errata, contribuendo al mantenimento dell’alcalinità del sangue.  Tra i tanti benefici, le alghe inoltre aiutano a sciogliere i depositi di grasso e muco perlopiù causati da un eccessivo consumo di carne, latticini e zucchero.

Funghi shitake  – Aiutano l’organismo ad espellere l’eccesso di sale, in particolare se abbiamo ecceduto nel consumo di carne, salumi e formaggi stagionati. Aiutano a sciogliere ed eliminare il colesterolo, ma soprattutto hanno un’importante azione sul rafforzamento del sistema immunitario.

Il riso integrale – Possiede un’importante proprietà che regola il rapporto con il cibo legato al piacere e alla dipendenza (regolazione edonica),  regola l’aspetto metabolico migliorandone lo squilibrio,  previene il deposito di grassi nell’organismo e ne favorisce la rimozione.

Azuki – Questi “piccoli fagioli” hanno proprietà depurative e diuretiche  e sono indicati per rafforzare i nostri reni. Contengono numerosi sali minerali; in particolare potassio, zinco, ferro. Sono ricchi di vitamine del gruppo B, fibre e proteine. Aiutano la formazione di enzimi utili al fegato, sono poveri di grassi e sostengono  il nostro sistema immunitario, ossa e cervello. Inoltre favoriscono la funzione intestinale anche se, essendo un legume, suggeriamo particolare attenzione alle persone con colon e intestino irritabile, diverticoliti o altri problemi di disbiosi intestinale.

Questi alimenti, affiancati ad un’alimentazione basata prevalentemente su cereali integrali, proteine vegetali, verdura di stagione e, occasionalmente, proteine animali di buona qualità, possono rafforzare e potenziare l’aspetto detossificante.

Non ci resta che dare il via alla nostra e alla vostra detossificazione!
Eccovi anche 4 Ricette medicate che possono aiutarvi in questo percorso:

Zuppa di miso con daikon, wakame e funghi shitake

  • 1 lt. d’acqua
  • 4 funghi shitake ammollati mondati del gambo e tagliati a dadini
  • 1 daikon piccolo tagliato a mezzaluna
  • 3 gr. di alghe wakame ammollate 
  • 1 cucchiaio colmo di miso d’orzo/riso stemperato
  • prezzemolo finemente tritato

Versate l’acqua in una casseruola e portate a bollore. Aggiungete lo shitake, coprite e fate sobbollire per alcuni minuti. Unite le fette di daikon, coprite di nuovo e cuocete per circa 4-5 minuti.
Aggiungete ora le wakame, coprite e fate bollire ancora per 3-4  minuti. Abbassate la fiamma al minimo e diluite nella minestra il miso d’orzo stemperato, lasciandola sul fuoco per altri 2-3 minuti. Versate la zuppa nelle singole scodelle e guarnite con il prezzemolo tritato.

Riso integrale ricetta base

  • 1 tazza di riso integrale tondo
  • 2 tazze di acqua 
  • sale marino integrale q.b.

Mettete il riso, precedentemente mondato e lavato, in una pentola a doppio fondo.
Aggiungete  l’acqua e  portate ad ebollizione. A questo punto salate, abbassate la fiamma al minimo, aggiungete lo spargi fiamma, mettete un coperchio e,  lasciate cuocere per 45/50 minuti. Spegnete, versate il riso in un piatto di portata e servite con delle verdure.

Daikon al forno alle erbe aromatiche

  • 1 Daikon di media dimensione
  • Erbe aromatiche 
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • sale q.b.

Pelate e tagliate a dischetti il daikon e sbiancateli per qualche minuto in acqua bollente salata. Scolate bene e mettetele in una pirofila. Condite con olio, sale e erbe aromatiche, e mettete in forno a 180° per circa 20 minuti o sino a quando non si saranno gratinati.

Azuki e zucca

  • 150 gr. di azuki 
  • Mezza zucca piccola tagliata a dadini
  • Mezzo litro di acqua
  • 3 cm. di alga Kombu 
  • sale q.b.
  • tamari

Mettete a bagno i legumi dopo averli lavati per circa 4/6 ore unitamente all’alga kombu. Passato il tempo d’ammollo, sciacquate i legumi, buttate l’acqua. Sistemate la kombu sul fondo della pentola, aggiungete la zucca e poi i fagioli azuki; versate l’acqua piano per  mantenere l’ordine dato. Portare a bollore, abbassare la fiamma al minimo, coprire la pentola e far cuocere per circa 40 minuti. Salare e far cuocere per altri 20 minuti. Servire caldo.

Condividi il post

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa, grazie alle proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

I nostri corsi
sono validati da:

© Prevenzione a tavola - Partita Iva: 02739610992 - REA: 507759