Dimagrire mangiando, il nostro nuovo corso online

È online in nostro nuovo Corso online DIMAGRIRE MANGIANDO, automaticamente incluso nell’Abbonamento Annuale (senza costi aggiuntivi) oppure acquistabile singolarmente. Ecco allora qualche informazione introduttiva per conoscere meglio le fondamenta su cui poggia tutta l’impalcatura di questo nuovo Corso di Prevenzione a Tavola.

Due dati sono doverosi, perché obesità e sovrappeso sono ormai diventati un grande e grave problema di salute pubblica, che abbraccia in particolare le popolazioni industrializzate causando malattie croniche non trasmissibili che contano 40 milioni di morti ogni anno nel mondo.

Qual è la causa del sovrappeso?

Problema genetico? Eccesso di cibo? Vita sedentaria? Cibo di cattiva qualità? Eccesso di sofisticazione?

Possiamo dire che le cause appena esposte sono sicuramente concatenate e in qualche modo indissolubili tra loro. Facendo un salto indietro sino ad arrivare alla generazione che ha affrontato la guerra patendo molto la fame, possiamo ipotizzare che questa esperienza negativa li abbia predisposti, sul piano genetico e della memoria, a mangiare di più garantendosi così delle scorte a fronte di eventuali altri digiuni forzati di un periodo da dimenticare.  L’educazione che ne consegue per le generazioni successive, è quella di mangiare fin che ce n’è, e così, se le due generazioni precedenti hanno mangiato troppo, è probabile che la generazione attuale ingrassi più facilmente, e perda peso con più difficoltà. Se a questo uniamo vita sedentaria, cibo di cattiva qualità, eccesso di sofisticazione, cibo industrializzato pieno di zuccheri e grassi, è possibile un conseguente indebolimento generazionale della costituzione.

Dieta: terminologia a noi sconosciuta

Dieta, dal latino “diaeta”, e dal greco “δίαιτα” (dìaita), significa “modo di vivere”, dall’alimentazione all’esercizio fisico, alla crescita spirituale e non ultimo il  riposo. Purtroppo oggi ha un concetto che immediatamente ci riporta alla mente, qualcosa di restrittivo, un sacrificio, ma non è così. La dieta si lega al significato di stile di vita, a un’abitudine quotidiana che permette di prenderci cura di noi.

Alimenti problematici

Ma quali sono gli alimenti più problematici e perché:

  • Cereali raffinati e dolci
  • Cibo animale

Favoriscono il trattenimento di depositi di grasso e determinano un eccessivo apporto calorico;

  • Soft dink e bevande zuccherate

Non saziano e  non inducono psicologicamente il pensiero delle calorie che stiamo introducendo;

  • Formaggi e salumi

Creano deposito di grasso difficile da rimuovere.

Alimenti utili

  • Cereali integrali
  • Proteine vegetali
  • Verdura

Gli alimenti a ridotto indice insulinico e glicemico prevengono il deposito di grassi nell’organismo e ne favoriscono la rimozione;

Alimenti particolarmente utili

  • Rape
  • Ravanelli
  • Daikon
  • Alghe marine

Favoriscono la rimozione dei grassi depositati.

SCOPRI SUBITO IL CORSO DIMAGRIRE MANGIANDO

Yin e yang come punto di riferimento

L’equilibrio è un’arte che è innata in noi, ma che non siamo più in grado di ascoltare. Pensare che dietro un pasto ci sia solo un concetto di calcolo calorico, è molto riduttivo. Riprendere in mano la nostra vita, significa anche riprendere l’ascolto con noi stessi, e la macrobiotica, attraverso l’insegnamento di yin/yang, può essere un ottimo strumento di orientamento.

Yin (espansione) attira Yang (contrazione) e Yang attira yin; queste sono le basi, che applicate a una dieta, senza sapere ne leggere ne scrivere, ci possono aiutare in alcune comprensioni. Diete troppo strette (yang), nel tempo, attirano alimenti yin (es. dolci), oppure ci abbandoniamo a un eccesso di cibo; un eccesso di prodotti da forno (yang) nel tempo attirano dolci (yin); troppo cibo  animale (yang) attira dolci  o bevande zuccherate (yin). Ecco perché l’equilibrio  è fondamentale.

Sopprimere dei desideri (yang) significa che, nel momento in cui il nostro rigore diventa un peso, ci lasceremo andare (yin). Se invece abbiamo una cena di lavoro, con amici, o altro, viviamola serenamente, senza sensi di colpa, e mangiamo quello che ci sentiamo:”Naturalmente senza esagerare”. Poi riprenderemo da dove abbiamo lasciato.

L’arte della sostituzione

È possibile che si venga colti da desideri di alcuni cibi piuttosto che di altri, soprattutto nel primo periodo, quando il nostro corpo si apre ad una eliminazione di tossine depurandosi. Proviamo a darvi qualche spunto per orizzontarmi meglio:

  • Desiderio di cibo animale: si possono preparare gustosi piatti di legumi, seitan, tofu e tempeh; consumare un po’ più di pesce a carni bianche e aumentare il consumo di MISO.
  • Desiderio di dolci: qui ci si può veramente sbizzarrire. Un tiramisù fatto con Amasake; una mousse di frutta, di castagne magari dolcificata con un po’ di malto di riso; delle torte preparate con succo di mela, frutta secca ecc.. Inoltre, per attenuare questa voglia di dolce, è possibile aumentare il consumo di verdure dolci come le zucche, cipolle cotte, carote cotte, ecc.
  • Desiderio di derivati del latte: in questo caso di possono usare le proteine vegetali come tempeh o tofu, cucinati con delle verdure; trasformare il tofu in succulente salsine  che si sostituiscono molto bene ai formaggi cremosi. Sono ottime le bevande di mandorla e avena con le quali potrete preparare degli ottimi dessert.

Quello che abbiamo esposto è solo una piccola parte di un corso ben strutturato, con tante informazioni culinarie e scientifiche; con esercizi di respirazione e circuiti cardio per bruciare un po’ di calorie. I nostri esperti resteranno a disposizione per qualsiasi necessità, e, se lo riterrai opportuno, potrai richiedere una consulenza personalizzata.

Un piatto speciale

DAIKON IN AGRODOLCE CON CIPOLLE DI TROPEA

Ingredienti

  • 1 Daikon medio
  • 1 cipolla di tropea
  • 4 C. di olio evo
  • 3 C. aceto di riso
  • 1 C. di malto di riso
  • q.b. sale

Procedimento

Tagliate la cipolla a rondelle molto sottili. Pulite il daikon e tagliatelo a cubetti. In una Wok , scaldate l’olio e fate appassire la cipolla a fiamma viva. Unite il daikon, salate, e abbassate la fiamma al minimo proseguendo la cottura  per circa 5/8 minuti.  Unite l’aceto di riso e il malto e cuocete ancora per qualche minuto. Servite caldo.

SCOPRI SUBITO IL CORSO DIMAGRIRE MANGIANDO

Condividi il post

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa, grazie alle proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

I nostri corsi
sono validati da:

© Prevenzione a tavola - Partita Iva: 02739610992 - REA: 507759