I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Estate, l’alimentazione corretta

Per tenere sotto controllo il caldo, per idratarsi correttamente e rinfrescarsi attraverso le scelte alimentari più corrette

Pubblicato il 24/07/2020 da

L’importanza delle stagioni oggi è sottovalutato, non considerato, o considerato in modo interpretativo. Di fatto l’uomo è immerso nell’ambiente naturale e risente di quanto succede intorno a lui. Ad esempio ci sono i diversi fattori che ci influenzano, come ad esempio: vento, freddo, umidità calore, e nello stesso modo siamo influenzati dall’incessante ritmo delle stagioni che si susseguono.

Ogni stagione ha la sua caratteristica nell’esprimere una particolare energia, e le saggezze antiche, di Tutte le culture, ci insegnano che:
– Ogni organo è correlato, ad una stagione in cui la sua attività e il suo flusso energetici si esprime al massimo
– Si opera sempre mirando al bilanciamento: quando fa caldo ci si rinfresca, quando fa freddo ci si riscalda

L’estate è la stagione che manifesta al massimo dell’espressione della natura, tutto matura e i frutti vengono a noi donati. È un’energia che si esteriorizza, le giornate si allungano, e noi abbiamo voglia di stare sempre fuori. Con un’opportuna alimentazione bisogna favorire questo movimento energetico che deve esprimersi. Inoltre sudiamo molto, e se da una parte dobbiamo assecondare l’energia di questa stagione, dobbiamo anche prestare attenzione cercando di recuperare i liquidi che perdiamo con il caldo.

In estate è utile mangiare cibi dolci e acidi, in quanto l’associazione di questi due sapori genera e trattiene i liquidi. Per rimanere in equilibrio, è possibile assumere, senza esagerare, della buona frutta locale, che nella maggior parte dei casi ha sapore dolce acido.
Possiamo arricchire i nostri pasti con delle insalate fresche, marinate o pressate, o ancora con delle insalate appena scottate. Anche i metodi di cottura dovranno adeguarsi, riducendone il tempo di cottura: scottare, cucinare a vapore o saltare sono quelli più indicati. Molto adatte le insalate di cereali, di pasta o di legumi unite alle verdure di stagione, senza dimenticarci delle verdure di mare.

Come abbiamo già detto, essendo una stagione con un’energia molto manifesta, si possono consumare verdure a foglia verde e fiori, ovvero le parti più aeree e più leggere delle piante, come a esempio i fiori di zucca o di zucchina.

Anche cibi di sapore piccante possono essere utili. Essendo un sapore molto dinamico, aiuta ad eliminare i ristagni e le umidità. Inoltre la sua energia è in sintonia con la stagione. Utilizzare ad esempio zenzero, cannella ma fate attenzione alle spezie, usatele con senno e conoscenza.
Per quanto riguarda la natura dei cibi, sarà preferibile assumere alimenti di natura fresca o fredda, che aiutino a contrastare il calore d’estate come anguria, cetrioli, zucca, ecc. Possono aiutare delle tisane erbe aromatiche come origano, maggiorana, menta che sono di natura fresca.
Poniamo un limite ai gelati, alle bevande zuccherate e a tutti quei cibi che danno un falso refrigerio e creano molti problemi sul piano della salute.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola” a 47,50€ invece che 95, con accesso illimitato, le lezioni del dott. Berrino e il suo prezioso contributo scientifico, 30 video-ricette scaricabili e stampabili.



banner basso postfucina





Elena Alquati

Elena Alquati
Food Consultant

Elena Alquati - Food Consultant consulente alimentare - Docente di cucina per la prevenzione - Autrice di diversi articoli e due libri: Nutrire la Bellezza - Nutrire il corpo e la mente editi da Giunti - Food Blogger ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Castagnaccio con “mandorlotta”

Un castagnaccio speciale, con l'aggiunta della ricotta di mandorle

Crumble di castagne – Ricetta

Come preparare un delizioso Crumble di castagne, per impreziosire torte e budini

Un piatto piccante di linguine con le rape

Mi sono recata al mio supermercato personale, l’orto, ho raccolto le rape bianche e le ho trasformate in un piatto di linguine "slurp"

Mense scolastiche: ecco come dovrebbero mangiare i bambini

E' difficile che i bambini che mangiano nelle mense scolastiche godano dell'attenzione necessaria alla loro nutrizione: 10 punti per cambiare

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Corsi - Prevenzione a tavola

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia