Menopausa, l’alimentazione che ne allevia i sintomi

In Medicina Tradizionale Cinese, la fase della vita di una donna, successiva all’interruzione del flusso dell’Acqua Celeste (Mestruo), viene chiamata “Seconda Primavera”. Noi la chiamiamo MENOPAUSA, che dal greco significa “cessazione del ciclo mensile”. In realtà questo cambiamento non è limitato all’assenza improvvisa del ciclo, ma è una complessa transazione che simboleggia cambiamenti e nuove opportunità. L’accesso alla Seconda Primavera potremmo vederlo come l’ingresso alla saggezza che abbiamo accumulato nel corso della nostra vita. Cambiare alimentazione in questa fase della vita, può essere di grande aiuto nella ricerca di un nuovo equilibrio, mentre chi ha iniziato il cambiamento tempo prima, può semplicemente fare delle piccole modifiche nelle sue abitudini alimentari quotidiane. Non dimentichiamoci l’importanza dell’attività fisica, così come sarebbe importante prendersi degli spazi dove potersi allontanare per rimanere con se stessi e mettersi in uno stato di raccoglimento

Alcuni problemi della menopausa:

  • – Uno dei problemi che si verificano in menopausa è la secchezza a tutti i livelli, compreso la stitichezza. Oltre ai consigli generali, ci sono alimenti particolarmente mirati a questo problema, uno dei quali, e in modo importante, è la soia nera. Potremmo definirla un lubrificante naturale; aiuta nella secchezza della gola, secchezza agli occhi, è generalmente appropriata nei problemi mestruali della donna, e in particolare nella secchezza vaginale. La si trova nei negozi che vendono prodotti naturali biologici. se non si dovesse reperire, è possibile con i fagioli neri.
  • – La menopausa provoca vampate e sudori notturni. Questi sintomi potrebbero impedirci di dormire obbligandoci ad alzarci nel cuore della notte per cambiare gli indumenti bagnati di sudore;
  • – Possono esserci scatti di ira inadeguati alle circostanze. Un mio maestro di macrobiotica diceva che un ottimo rimedio è la spremuta di arancia, ma anche il sedano potrebbe essere di aiuto, e a seconda della condizione personale, si può preparare un centrifugato di sedano e carota (o anche solo sedano) in pari quantità per una decina di giorni;
  • – Potremmo avere difficoltà a ricordare le cose o a formulare i nostri pensieri;
  • – L’aumento di peso è un altro dei problemi che molte donna lamentano in questa fase della vita. Accumulo di grasso soprattutto intorno ai fianchi e alla vita e all’altezza del petto;
  • – La stanchezza potrebbe essere un altro sintomo tipico;

Un processo fisiologico di invecchiamento

Anche se è da considerare parte del cerchio della vita, la gravità dei sintomi si determinerà a seconda del modo in cui abbiamo conservato l’essenza e preservato la salute, ovvero come abbiamo condotto il nostro stile di vita sino a quel momento unitamente ad altri fattori. Questi problemi possono essere eliminati o perlomeno ridotti, evitando di condurre uno stile di vita improprio, ed è possibile lavorare sul mantenerci in salute piuttosto che sull’esaurirci. Facciamo inoltre attenzione allo stress, alla stanchezza eccessiva e al sovraccarico di lavoro.

CONSIGLI GENERALI

E’ importante rispondere ad uno squilibrio con un equilibrio, e questo possiamo ritrovarlo attraverso una dieta equilibrata, un aumento dell’attività fisica se si era diventati troppo sedentari, un po’ di riposo se ci siamo strapazzate troppo:

• Privilegiare la nostra alimentazione con cereali integrali, legumi, verdure e ogni tanto il pesce;

• Consumare solo occasionalmente cibo animale come le carni, ed evitare salumi e carni conservate;

• Eliminare lo zucchero. Oggi l’industria mette zucchero dappertutto, per mascherare la cattiva qualità dei cibi, facciamo quindi attenzione alle etichette;

Attenzione alle bevande alcoliche, vino compreso, perché favoriscono le vampate;

Evitare le bevande gasate e zuccherate (una delle principali cause dell’epidemia di obesità nei nostri paesi), magari con il ghiaccio dentro; il nostro corpo reagisce ai cibi molto freddi producendo calore (vampate);

Attenzione al caffè e al troppo olio;

Attenzione anche all’eccesso di consumo di latte e formaggio. A questo proposito alleghiamo una dispensa del Dr. Berrino.

• È importante consumare pasti bilanciati dal punto di vista nutritivo a intervalli regolari;

• Anche la quantità di cibo che ingeriamo è rilevante. Un consumo eccessivo di cibo può creare squilibri così come un’alimentazione insufficiente;

Evitiamo di mangiare tardi la sera, potrebbero esserci difficoltà digestive con una serie di conseguenze;

• Il consumo di alimenti crudi e freddi e di bevande fredde può comportare un aumento di ristagno e di vampate;

• Non dimentichiamoci MAI l’importanza che ricopre la masticazione e la respirazione.

Parole chiave: sana alimentazione, creatività, esercizio fisico, nuove opportunità, saggezza.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola” a 47,50€ invece che 95, con accesso illimitato, le lezioni del dott. Berrino e il suo prezioso contributo scientifico, 30 video-ricette scaricabili e stampabili.

Condividi il post

Corbezzolo, il preziosissimo frutto autunnale

L’autunno ci porta panieri carichi di bontà dai mille colori,…

Funghi, mantengono giovane il cervello e contrastano la demenza

I funghi potrebbero essere un ottimo alleato a tavola per…

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare, tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa grazie le proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Tieniti in-forma(to)

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

Connettiti con noi sui social

Leggi le ultime su

Goditi i video su

Prevenzione a tavola è un marchio registrato - P.I. 04215320963