Diverticoli e diverticolite: cosa mangiare e da cosa tenersi lontani

Con l’aumentare dell’età, purtroppo, spesso aumentano anche i fastidi con cui il corpo deve fare i conti. Tra questi, ci sono i diverticoli, che interessano almeno il 10% della popolazione dopo i 40 anni e oltre la metà degli individui over 60. Una condizione quindi piuttosto comune e, nella maggior parte dei casi, asintomatica, che riguarda la formazione di piccole “cavità” a forma di sacchetto in più punti lungo la parete dell’apparato digerente, in particolare del colon. Di per sé, non rappresentano una vera e propria patologia, quanto piuttosto un’alterazione anatomica.

In caso di infiammazione, tuttavia, si può trasformare in diverticolite, che si manifesta con dolore addominale, febbre e perfino sanguinamento intestinale.

COSA MANGIARE PER PREVENIRE I DIVERTICOLI E LA LORO INFIAMMAZIONE

Purtroppo, una volta comparsi, i diverticoli non regrediscono: in questo caso, quindi, è importante rivolgersi al proprio medico, che saprà indicarvi la terapia più adatta e anche il tipo di alimentazione. Infatti, gli esperti sottolineano come la dieta incida fortemente sul loro sviluppo. Ecco perché, dunque, per prevenire la diverticolosi – ma anche per evitare l’infiammazione di diverticoli già presenti – e quindi l’insorgenza di diverticolite – alcuni alimenti sono più indicati di altri. L’obiettivo, infatti, è di agevolare una corretta funzionalità intestinale.

Ma quali sono i consigli degli esperti? Vediamoli insieme.

  • Più fibre: è necessario aumentare l’apporto giornaliero di fibre nella dieta, che dovrebbe ammontare a circa 30-40 grammi;
  • bere molti liquidi: si consiglia di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno; soprattutto perché se non si assumono abbastanza liquidi, le fibre possono creare costipazione;
  • ridurre i grassi: in particolare, quelli di origine animale e tutti gli alimenti e le bevande troppo zuccherine;
  • cucinare magro: evitare l’aggiunta di grassi, privilegiando le cotture più leggere, come quelle al vapore, al forno, alla griglia o alla piastra, con la pentola a pressione o in padella antiaderente. Si sconsiglia la frittura.

GLI ALIMENTI CONSIGLIATI

Oltre ai consigli e alle raccomandazioni, vediamo nello specifico quali sono gli alimenti consigliati per prevenire la diverticolosi.

  • Verdura: andrebbe consumata due volte al giorno, di cui almeno una volta cruda e variandola il più possibile. Le verdure più indicate sono quelle più ricche di fibra, come agretti, asparagi, sedano, cavolfiori, funghi, broccoli, melanzane, cicoria, cavoli, patate, indivia e legumi. Altre, invece, aiutano ad aumentare il volume delle fibre perché trattengono più acqua, come lattuga, radicchio, sedano e carote, zucchine e cipolle. Sono indicati anche i centrifugati di verdure.
  • Frutta: è preferibile mangiarla cruda, lontano dai pasti e con la buccia; ma è consigliata anche la consumazione cotta e sotto forma di centrifuga filtrata. I frutti da prediligere sono: prugne, mele, mele cotogne, pere, albicocche, mandarini, arance e frutta secca.
  • Cereali: andrebbero alternati i cereali raffinati (pasta, pane, riso) con quelli integrali.

QUALI CIBI CONSUMARE CON MODERAZIONE E QUALI EVITARE?

Ci sono alcuni alimenti che, pur contenendo molta fibra, sarebbe preferibile consumare in quantità ridotte, perché contengono dei semi, che potrebbero fermarsi nei diverticoli e infiammarli, come:

  • fragole
  • kiwi
  • pomodori
  • cetrioli
  • uva
  • fichi
  • lamponi
  • pane con semi di sesamo.

Inoltre, anche le verdure con fibre molto dure e filamentose sarebbero da assumere con estrema moderazione, come finocchi, carciofi, fagiolini.

Da evitare o comunque limitare fortemente sono, invece, tutti quegli alimenti che rischiano di provocare un’irritazione dell’intestino, come:

  • spezie piccanti, come pepe, peperoncino, curry;
  • cacao;
  • insaccati e salumi;
  • carne rossa;
  • bibite ricche di fruttosio o gassate;
  • alcolici e superalcolici;
  • latte
  • tè e caffè (meglio se deteinato e decaffeinato). (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola” a 47,50 € invece che 95, con accesso illimitato, le lezioni del dott. Berrino e il suo prezioso contributo scientifico, 30 video-ricette scaricabili e stampabili.

Condividi il post

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa, grazie alle proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

I nostri corsi
sono validati da:

© Prevenzione a tavola - Partita Iva: 02739610992 - REA: 507759