Le bevande calde non uccidono il Coronavirus: ecco tutte le bufale

Nonostante il momento critico, girano in rete numerose bufale che spacciano consigli casalinghi per debellare il coronavirus. Ovviamente si tratta di notizie false che non hanno alcun fondamento scientifico e che vengono messe in circolo solo per racimolare qualche click o per ignoranza. Non c’è niente di peggio, davanti a questa emergenza sanitaria, che affidarsi a notizie non verificate e farlocche. Al momento gli esperti stanno lavorando a un vaccino, ma ci vorrà ancora tempo prima di poterlo utilizzare.

Le norme anti-contagio

Nel frattempo le uniche armi che abbiamo a disposizione sono quelle che andiamo ripetendo da giorni: restare il più possibile in casa, lavarsi spesso le mani, non mangiare cibi crudi, pulire tutte le superfici con disinfettanti e alcol, starnutire e tossire nell’incavo del gomito, non toccarsi naso e bocca, evitare i luoghi affollati e rispettare la distanza di un metro tra le altre persone.

L’alimentazione che rafforza il sistema immunitario

E infine, fondamentale, mantenere uno stile di vita sano, anche in isolamento: fare qualche esercizio fisico e adottare uno stile alimentare sano e responsabile per rafforzare le difese immunitarie dell’organismo e prevenire infezioni virali e batteriche. Per questo motivo, visto il momento storico tanto cruciale, abbiamo deciso di mettere il nostro Corso online di cucina Prevenzione a tavola al 50%.

Occhio alle bufale

Ecco le bufale che circolano per combattere il coronavirus: non abboccateci! Come riporta Il Post:

Da diversi giorni circola un consiglio scientificamente infondato – e quindi pericoloso sul coronavirus (SARS-CoV-2), e cioè che si possa “uccidere” o “neutralizzare” con delle bevande calde, perché non resisterebbe a temperature superiori a 26-27 °C. Per lo stesso motivo, dice questa bufala, sarebbe utile esporsi al sole ed evitare le bevande ghiacciate, che invece aiutano il coronavirus. È completamente falso. Le nostre conoscenze sul coronavirus sono ancora limitate, ma questo lo sappiamo per certo: basta pensare al fatto che la nostra temperatura corporea è ben superiore, di circa 10 gradi, eppure il virus ci infetta. Se fosse vero, poi, vorrebbe dire che esiste un modo di evitare il contagio semplice, economico e alla portata di tutti, cosa che invece non esiste ancora. Ci sarà quando sarà sviluppato un vaccino.

Bere una bevanda calda può farci stare meglio se si è influenzati o raffreddati: ma è un modo di intervenire sui sintomi, per esempio alleviando i dolori di una gola infiammata, e non sulle cause dell’infezione. Possiamo insomma bere tutti i tè caldi e le tisane che vogliamo, senza però pensare che ci proteggano dal coronavirus.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola” a 47,50 € invece che 95, con accesso illimitato, le lezioni del dott. Berrino e il suo prezioso contributo scientifico, 30 video-ricette scaricabili e stampabili.

Condividi il post

Con la soia diminuiscono le recidive di cancro al seno

Nel nostro Corso base di Prevenzione a Tavola, vengono utilizzato…

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

S’intitola “Ricette autunnali“, il nuovo Corso online di cucina di…

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare, tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa grazie le proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Tieniti in-forma(to)

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

Connettiti con noi sui social

Leggi le ultime su

Goditi i video su

Prevenzione a tavola è un marchio registrato - P.I. 04215320963