I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

Pubblicato il 31/10/2018 da Elena Alquati

Oggi voglio proporvi un dolce tipico di questo periodo: il Pan dei morti (o come si dice a Milano pan di mort) Cercando di essere il più possibile fedele alla ricetta tradizionale, ho solo eliminato lo zucchero, e usato biscotti senza derivati animali, con farina integrale, e anch'essi senza zucchero. RICETTA Pan dei Morti senza zucchero

Ingredienti

  • gr.200 biscotti secchi*
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 250 gr. di farina integrale
  • 120 gr. di fichi secchi
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 120 gr. di mandorle
  • Un pizzico di noce moscata
  • q.b. succo di mela
  • 60 gr. di uvetta
  • 100 ml. di vino bianco secco
  • 100 gr. di miele o malto di riso (io ho usato il malto)

Mettere in ammollo le uvette.  Tritare i biscotti secchi in briciole finissime e metterle in una ciotola. Ridurre le mandorle in farina e aggiungerle ai biscotti tritati. Tritare i fichi secchi e aggiungerli nella terrina. Unire agli ingredienti la farina e il bicarbonato,  la noce moscata, la cannella, l’uvetta, il vino  e il malto o miele.

Cominciare ad amalgamare gli ingredienti con le mani fino a quando il composto è compatto, trasferirlo in una spianatoia infarinata e lavorarlo con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo e abbastanza consistente.

Modellate  l'impasto a forma di salame e tagliate in diagonale  delle fette spesse 1 cm. Oliare una teglia  e sistemare i pan dei morti sulla teglia e fate cuocere  in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti quindi sfornarli.



banner basso postfucina





Elena Alquati

Elena Alquati
Food Consultant

Elena Alquati - Food Consultant consulente alimentare - Docente di cucina per la prevenzione - Autrice di diversi articoli e due libri: Nutrire la Bellezza - Nutrire il corpo e la mente editi da Giunti - Food Blogger ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali