I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

Pubblicato il 05/09/2018 da Prevenzione a tavola

Da rimedio della nonna per chiome più lucide e forti a promessa anti-calvizie sotto la lente della scienza. Secondo uno studio giapponese, pubblicato in luglio sul 'Journal of Medicinal Food', nel tuorlo d'uovo si nasconde un possibile composto contro l'alopecia. Gli scienziati lo hanno chiamato Hgp (Hair grow peptide), dopo averlo sottoposto a una serie di test, dimostrando che stimola la crescita dei capelli e potrebbe quindi funzionare in alternativa ai farmaci oggi disponibili. Che non producono gli stessi risultati su tutti e sono gravati dal rischio di effetti collaterali.

Il nome 'forte' del team nipponico è quello di Satoshi Itami, del Dipartimento di dermatologia rigenerativa della Osaka University Graduate School of Medicine. Primo autore Toshio Nakamura della Pharma Foods International Co. Ltd., azienda di Kyoto. Nel lavoro i firmatari premettono che "l'alopecia si distingue in due categorie: androgenetica e non androgenetica. Un'anomalia delle funzioni biologiche androgeno-dipendenti provoca alopecia nei maschi, ma il ruolo degli androgeni nella perdita di capelli delle donne non è stato ancora chiarito". Infatti "la modulazione dell'attività androgenica non è efficace in alcuni tipi di alopecia androgenetica femminile, come non lo è nei casi di alopecia non androgenetica maschile o femmine".

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Siccome "nei polli il piumaggio inizia a svilupparsi precocemente, 14-15 giorni dopo la schiusa - osservano i ricercatori - abbiamo ipotizzato che l'uovo di gallina contenga un fattore chiave per la crescita dei capelli". E così sembra essere.

"In questo studio - riassumono gli autori - abbiamo dimostrato che peptidi idrosolubili derivati ​​dal tuorlo d'uovo stimolano la produzione di Vegf", il fattore di crescita endoteliale vascolare (lo stesso stimolato da un noto farmaco anti-calvizie), nonché "la crescita delle cellule della papilla dermica del follicolo pilifero umano. Abbiamo anche scoperto che questi peptidi migliorano la crescita dei peli nei topi, e la crescita dei capelli nella calvizie femminile". L'équipe asiatica ha infine fatto luce sul meccanismo d'azione dei peptidi idrosolubili salva-capelli individuati nel tuorlo d'uovo, e in particolare dell'Hgp.

La notizia è stata ripresa in queste ore dal 'Daily Mail', che parafrasando il detto popolare suggerisce come forse "un uovo al giorno può togliere la calvizie di torno". Almeno stando a quanto indica questa "serie di studi in cui follicoli piliferi umani sono stati impiantati nei topi", permettendo di osservare che il tuorlo d'uovo - e in particolare "un composto che può essere applicato o assunto" - è efficace perché "stimola la crescita di nuove cellule ciliate umane". (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Corsi - Prevenzione a tavola

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Corsi - Prevenzione a tavola

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina