I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Pubblicato il 18/06/2018 da Prevenzione a tavola

La farina di grano duro è uno dei prodotti della molitura del grano duro, o Triticum aestivum. A seconda del grado di raffinazione e della granulometria, infatti, possiamo avere diversi sfarinati. Sono sfarinati a granulometria progressivamente più fina:

  • semola
  • semolato
  • semola rimacinata
  • semolato rimacinato
  • farina di grano duro

Da un punto di vista nutrizionale questi prodotti sono analoghi; sono invece diversi gli sfarinati ottenuti dal chicco integrale o raffinato.

Il grano duro, così come la maggior parte dei cereali, è un’ottima fonte di carboidrati complessi, una discreta fonte proteica, anche se non di eccellente qualità, mentre è scarsa in lipidi. Sono presenti moltissimi minerali come calcio, potassio magnesio, ferro e fosforo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

Nella tabella sottostante sono riportati i valori nutrizionali della farina di grano duro integrale e raffinata.

Valori nutrizionali medi (100g)

 

Farina di grano duro

Farina integrale di grano duro

Energia

339 kcal

312 kcal

Carboidrati

76,9 g

67,8

Proteine

11,5 g

11,9

Lipidi

0,5 g

1,9

Fibra

3,6 g

7,0 g

Calcio

17 mg

30 mg

Potassio

170 mg

494 mg

Magnesio

144 mg

160 mg

Ferro

1.3 mg

3,6 mg

Fosforo

165 mg

330 mg

Da un punto di vista nutrizionale, la farina integrale ha un più alto contenuto in fibra e in lipidi, a discapito della percentuale di carboidrati, che è invece leggermente più bassa. A livello calorico sono invece comparabili. Il contenuto di minerali è decisamente superiore nella farina integrale, perché presenti insieme alla fibra, nelle porzioni più esterne del chicco, rimosse durante il processo di raffinazione.

Il consumo di cereali e loro derivati integrali è positivo per la salute non tanto per una questione calorica, ma per il maggiore apporto di fibra e minerali. Diversi studi hanno infatti dimostrato che la fibra è in grado di diminuire l’indice glicemico del pasto, ovvero la velocità con cui aumenta la glicemia, oltre che a giovare alla salute del nostro intestino e della flora che lo abita. Tra i tantissimi prodotti presenti oggi in commercio è bene prediligere, ove possibile, farine di grano integrali.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Corsi - Prevenzione a tavola

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Corsi - Prevenzione a tavola

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina