I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

Pubblicato il 30/05/2018 da Chiara Cevoli

Ciò che spaventa delle uova è il temibile colesterolo: un uovo medio apporta infatti quasi la quantità totale di questo nutriente raccomandato nella nostra dieta (300 mg). Da anni ci hanno abituato a temere il colesterolo, ma in realtà è una sostanza indispensabile al nostro organismo: è un costituente fondamentale delle membrane cellulari, è utilizzato per la produzione degli acidi biliari, degli ormoni sessuali e della vitamina D.

Anni di ricerche in campo nutrizionale hanno messo in evidenza un’amara verità: in realtà ciò che influisce significativamente sui livelli di colesterolo così detto “cattivo” (colesterolo LDL), non sono tanto gli alimenti che lo contengono, come le uova, ma alimenti ricchi in grassi (saturi e trans) e zuccheri molto semplici.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

Le uova rappresentano un’importante fonte di molti nutrienti, come minerali, proteine, grassi insaturi, che possono abbassare il rischio di malattie cardiovascolari, a “poche calorie”. Non a caso le linee guida dietetiche di diversi paesi inclusi Tailandia, Nepal e Sud Africa raccomandano il consumo di un uovo al giorno. (Leggi anche Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno)

È credenza comune che le uova non debbano essere consumate da chi ha problemi a livello epatico. Tale credenza è scorretta, infatti le uova contengono buoni quantitativi di colina che ha un’azione protettiva e rigenerativa sul fegato: inoltre stimolando la secrezione di acidi biliari dalla cistifellea ne impediscono il loro ristagno, che potrebbe causare la formazione di calcoli a livello di questo organo. Le uova sono sconsigliate a chi soffre di calcoli alla cistifellea: per digerire le uova il nostro organismo ha bisogno degli acidi biliari prodotti appunto dalla cistifellea, che in risposta alla loro ingestione si contrae per rilasciarli causando forti coliche a chi soffre di calcoli.

Per sciegliere correttamente le uova più sane al supermercato puoi leggere: Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Non perderti gli aggiornamenti della pagina Facebook della dottoressa Chiara Cevoli



banner basso postfucina





Chiara Cevoli

Chiara Cevoli
Biologa Nutrizionista

Laureata in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica presso l'Università di Roma La Sapienza nel 2009 con lode, mi sono da subito interessata alla tematica dell'alimentazione frequentando diversi corsi e collaborando in alcuni Ospedali del Lazio come volontaria. Negli anni successivi è quindi iniziata la mia attività come Biologo Nutrizionista ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Ricotta di bufala: alimento anti-caldo, ricca di calcio e fosforo

Utile nel recupero dell'equilibrio energetico e per il reintegro dei sali minerali

Le bibite zuccherate potrebbero aumentare il rischio di cancro

Che fossero legate a diabete e obesità già lo si sapeva, ma adesso un motivo in più per non farne uso

Lo straordinario ortaggio che sembra un pomodoro ma non lo è

Rosso, rotondo e dalle molte proprietà salutari, viene coltivato in Basilicata

Come preparare i Burger di lenticchie rosse

Una ricetta nutriente e facilissima da preparare

10 consigli per grigliare in salute ed evitare le sostanze cancerogene

Senza alcuni accorgimenti il barbecue può provocare la formazione di sostanze cancerogene

Corsi - Prevenzione a tavola

Dalla soia un aiuto contro il colesterolo alto

Le proteine della soia sono utili per abbassare il colesterolo e, quindi, ridurre il rischio cuore

Amarene, visciole e marasche: sicuri di conoscere queste varietà?

Il ciliegio acido si distingue in diverse categorie: le amarene, le visciole e le marasche.

Il frutto che rinforza la massa muscolare

Una recente ricerca afferma che rallenterebbe l'invecchiamento muscolare e la perdita di forza

Corsi - Prevenzione a tavola

Come preparare dei biscotti senza glutine per la prima colazione

La ricetta delle Rosaschelle, biscotti semplici, veloci e senza glutine

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

5 trucchi per leggere correttamente le etichette

Capire come leggere le etichette degli alimenti è il primo passo per una corretta prevenzione a tavola

Il consumo di caffè non compromette le arterie

Buone notizie per gli amanti del caffè, smontate precedenti ricerche

Pasta ripiena: è online il nostro nuovo corso di cucina

Attraverso 12 video lezioni imparerete a preparate cannelloni, lasagne, tortellini, fagottini, agnolotti qualsiasi altro tipo di pasta ripiena vi viene in mente

Consumi di carne? Ecco quanto se ne mangia in Italia

Ma è proprio vero che in Italia si mangia troppa carne? Sembrerebbe di no.

Frutta e verdura migliorano la fertilità maschile

Due mesi di frutta e verdura migliorano la salute degli spermatozoi