I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Pubblicato il 09/05/2018 da Pippo

DOP e IGP sono due marchi di qualità utilizzati per contraddistinguere dei prodotti alimentari che mantengono un forte legame con il territorio di origine.

L’acronimo DOP sta per “denominazione di origine protetta” e viene utilizzato per definire quegli alimenti che vengono prodotti e trasformati in una determinata area geografica. Questo perché le caratteristiche peculiari di quel prodotto derivano in gran parte dal luogo di produzione e dunque dai fattori umani e naturali caratteristici di quella regione.

L’acronimo IGP, invece, significa “Indicazione Geografica protetta” e viene utilizzato per definire alimenti che devono le peculiari caratteristiche al fatto che almeno una delle sue fasi di produzione o trasformazione sia svolta in una regione geografica specifica.

La differenza tra i due marchi consiste nel fatto che, mentre il marchio DOP assicura che tutte le fasi di produzione e trasformazione vengano svolti in una specifica area geografica, quella IGP no. Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

Scegliere un olio extravergine di oliva dop significa avere numerose garanzie circa le caratteristiche dell’olio che stiamo acquistando. Quando parliamo di un alimento che è composto da un solo ingrediente, come l’olio evo, il territorio di origine è molto importante, perché determina gran parte delle caratteristiche nutrizionali ed organolettiche del prodotto finito.

Ogni tipologia di olive, o cultivar, mostra infatti caratteristiche peculiari proprie, tra cui il contenuto di polifenoli è forse quella più importante e che determina in gran parte la presenza e l’intensità dell’amaro e del piccante tanto positivi per la salute. Dato che la lavorazione rapida è un altro dei fattori importanti per produrre un olio di qualità ed evitare la precoce fermentazione delle olive, è consigliabile poter raggiungere il frantoio rapidamente e lavorare le olive in prossimità della zona di produzione. È anche per questo motivo che attualmente esistono circa 40 oli extravergini di oliva DOP, mentre sono solo 3 quelli con marchio IGP quelli tra cui scegliere.  Anche se entrambi i marchi sono una garanzia di tracciabilità e qualità dell’olio extravergine, gli oli DOP sono dei prodotti intimamente legati alla terra di origine e i più rappresentati tra gli oli extravergine in commercio con certificazione di origine.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: Tutti i benefici dell’Olio extra vergine d’oliva



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

La dieta mediterranea allunga la vita degli anziani

Perché riduce del 25% il rischio di morte per qualsiasi causa negli over-65

Corsi - Prevenzione a tavola

Le fragole contrastano le malattie infiammatorie croniche intestinali

Secondo studio possono essere utili contro morbo di Chron e colite ulcerosa

Ecco perché le cicerchie fanno bene

Proprietà e benefici delle cicerchie

Cicerchie: tra falsi miti e realtà

In passato ingiustamente demonizzate, oggi le cicerchie sono oggetto di riscoperta

Corsi - Prevenzione a tavola

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'