I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Pubblicato il 08/05/2018 da Prevenzione a tavola

Nel corso degli ultimi anni le birre artigianali sono entrate nel mercato, ritagliandosi un ruolo di tutto rispetto nel panorama italiano ed europeo. Oggi il consumatore si trova di fronte a numerose marche di birra, i migliori prodotti sono artigianali e provengono dall’estero, ma sempre più anche dall’Italia.

La definizione di birra artigianale nasce solo nel 2016, in risposta a questo trend, che, in Italia, vede il consumo in crescita esponenziale. Per poter essere definita artigianale, una birra deve essere prodotta da birrifici indipendenti, in quantità limitate (non più di 200 mila ettolitri annui) e non deve essere sottoposta a trattamenti di filtrazione e pastorizzazione.

Le birre artigianali rappresentano una scelta di qualità. A prescindere dallo stile birraio scelto e dalle materie prime utilizzate per la sua produzione, esse sono sempre torbide e corpose, data l’assenza della filtrazione che ha lo scopo proprio di allontanare i lieviti utilizzati per la fermentazione. Nelle birre industriali il processo di filtrazione viene utilizzato ed ha lo scopo di mantenere invariate le caratteristiche nutrizionali ed organolettiche della birra, dato che il lievito ancora vitale può continuare a produrre composti che conferiscono aromi e profumi particolari. Ne deriva che le birre artigianali sono uniche e con un gusto in continua evoluzione: non ne troveremo mai una uguale all’altra. Inoltre, la permanenza del lievito assicura un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

Un'altra caratteristica delle birre artigianali è il fatto che siano crude, ovvero non pastorizzate e per questo motivo mantengono i composti sensibili al calore come vitamine ed antiossidanti di cui la birra è ricca. La pastorizzazione è un processo termico utilizzato per aumentare la stabilità dei prodotti e dunque la conservazione. Tra gli effetti negativi di questo trattamento, però, vi è la riduzione di composti sensibili al calore, come vitamine e antiossidanti di cui la birra è ricca. Anche molti composti volatili sono notevolmente ridotti dal trattamento termico ed è per questo che le birre industriali hanno spesso un gusto definito e leggermente piatto.

Per questo motivo spesso si consiglia di scegliere le birre artigianali invece che quelle industriali, perché sono birre particolari, caratterizzate da una qualità spesso superiore sia da un punto di vista nutrizionale che organolettico.

Potrebbe interessarti anche: Una birra al giorno aiuta a preservare colesterolo ‘buono’



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Miele di corbezzolo, nuova arma contro il tumore

Bloccherebbe la crescita delle cellule del tumore al colon

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Corsi - Prevenzione a tavola

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Corsi - Prevenzione a tavola

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova