I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

Pubblicato il 23/04/2018 da Prevenzione a tavola

I grani antichi sono quei cereali che sono stati coltivati per molto tempo in Italia e nell’aerea mediterranea fino a che sono stati sostituiti da varietà, cosiddette “moderne”, caratterizzate da resa produttiva, facilità di raccolta e resistenza ai patogeni decisamente superiore.

I grani antichi sono recentemente tornati sul mercato, soprattutto come coltivazioni in regime biologico, trovando il consenso di una buona fetta di mercato per varie ragioni:

  • tutelano la biodiversità
  • tutelano l’ambiente, perché necessitano di un minor uso di pesticidi e concimi
  • sono sostenibili per l’uomo e l’ambiente
  • sono spesso utilizzati per produrre farine integrali e biologiche

I grani antichi sono infatti grani che nel corso del tempo si sono adattati a sopravvivere in areali difficili e in condizioni avverse, come possono essere le zone montuose, siccitose o con temperature molto rigide.

È per questo motivo che i grani antichi ben si adattano alla coltivazione in regime biologico, dove i prodotti fitosanitari e fertilizzanti, che possono essere utilizzati, sono limitati e spesso meno efficaci rispetto a quelli permessi in agricoltura convenzionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

Tutto ciò si ripercuote sulla sostenibilità di queste coltivazioni, che richiedono pochi input chimici, soprattutto in termini di antiparassitari.

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano, in altre parole si tutela la biodiversità. Anche grazie alla tutela dell’ambiente e alla loro sostenibilità, queste coltivazioni aumentano la biodiversità dell’intero ecosistema, promuovendo la salute del pianeta.

Una scelta, probabilmente commerciale, è quella di destinare una buona percentuale di questi grani alla produzione di farine integrali, che sono ricchi di fibre, minerali e antiossidanti. Oggi è possibile trovare sul mercato tante farine ottenute da grani antichi, sia di grano duro, come il Senatore Cappelli pugliese o il Timilia siciliano, utilizzati per la produzione di pasta e pane di semola, che di grano tenero, come il Solina, utilizzato invece per la produzione di lievitati e crespelle.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Farina biologica macinata a pietra: un giovane salva un mulino per produrla



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande