I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

Pubblicato il 23/04/2018 da Prevenzione a tavola

I grani antichi sono quei cereali che sono stati coltivati per molto tempo in Italia e nell’aerea mediterranea fino a che sono stati sostituiti da varietà, cosiddette “moderne”, caratterizzate da resa produttiva, facilità di raccolta e resistenza ai patogeni decisamente superiore.

I grani antichi sono recentemente tornati sul mercato, soprattutto come coltivazioni in regime biologico, trovando il consenso di una buona fetta di mercato per varie ragioni:

  • tutelano la biodiversità
  • tutelano l’ambiente, perché necessitano di un minor uso di pesticidi e concimi
  • sono sostenibili per l’uomo e l’ambiente
  • sono spesso utilizzati per produrre farine integrali e biologiche

I grani antichi sono infatti grani che nel corso del tempo si sono adattati a sopravvivere in areali difficili e in condizioni avverse, come possono essere le zone montuose, siccitose o con temperature molto rigide.

È per questo motivo che i grani antichi ben si adattano alla coltivazione in regime biologico, dove i prodotti fitosanitari e fertilizzanti, che possono essere utilizzati, sono limitati e spesso meno efficaci rispetto a quelli permessi in agricoltura convenzionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

Tutto ciò si ripercuote sulla sostenibilità di queste coltivazioni, che richiedono pochi input chimici, soprattutto in termini di antiparassitari.

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano, in altre parole si tutela la biodiversità. Anche grazie alla tutela dell’ambiente e alla loro sostenibilità, queste coltivazioni aumentano la biodiversità dell’intero ecosistema, promuovendo la salute del pianeta.

Una scelta, probabilmente commerciale, è quella di destinare una buona percentuale di questi grani alla produzione di farine integrali, che sono ricchi di fibre, minerali e antiossidanti. Oggi è possibile trovare sul mercato tante farine ottenute da grani antichi, sia di grano duro, come il Senatore Cappelli pugliese o il Timilia siciliano, utilizzati per la produzione di pasta e pane di semola, che di grano tenero, come il Solina, utilizzato invece per la produzione di lievitati e crespelle.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Farina biologica macinata a pietra: un giovane salva un mulino per produrla



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti