I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Pubblicato il 30/03/2018 da Prevenzione a tavola

Il consumo di alcool non viene raccomandato in nessuna fascia di popolazione o di età ed è fortemente sconsigliato in gravidanza e allattamento. Assumere alcool in gravidanza è molto rischioso, sia che esso provenga da bevande con una gradazione alcolica medio-bassa, come la birra, sia che si consumino vino o liquori dalla gradazione più alta.

L’alcool assunto durante la gravidanza passa attraverso la placenta e arriva pressoché nelle stesse concentrazioni al feto. Il feto, i bambini e gli adolescenti non possiedono gli enzimi necessari per il suo metabolismo, pertanto può provocare danni che possono anche essere irreparabili.

Al consumo di alcol in gravidanza si associa un elevato rischio di:

  • aborto, soprattutto nel secondo trimestre
  • parto pretermine
  • danni al feto, come il ritardo della crescita e anomalie nello sviluppo morfologico e neurologico.

I disturbi neurologici possono manifestarsi anche in età pediatrica sotto forma di problemi di attenzione, iperattività, anomalie cognitive e relazionali. Ad oggi non sono presenti studi che evidenzino i possibili danni a lungo termine del consumo di alcol durante la gravidanza.

Sebbene oggi più della metà delle donne che allatta assume anche solo sporadicamente birra, il consumo di alcol è sconsigliato anche durante l’allattamento per vari motivi:

  • si ritrova nel latte materno e viene dunque consumato dal bambino, che non può metabolizzarlo
  • può interferire con la produzione del latte, e di fatto diminuire la quantità prodotta
  • può modificarne il sapore, rendendolo meno appetibile al neonato.

Occorre prestare molta attenzione ai prodotti in commercio, perché anche le cosiddette birre analcoliche possono contenere alcol, seppur in limitata quantità; esistono tuttavia birre prive di alcol. Per scegliere consapevolmente è opportuno informarsi, cominciando col leggere con attenzione l’etichetta, per accertarsi della quantità effettiva di alcol che è presente nel prodotto. Per aiutarti può essere utile consultare la classifica delle migliori birre di wikonsumer.org.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo