I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Pubblicato il 20/12/2017 da Chiara Cevoli

Come tutti gli anni con il Natale arrivano nelle nostre case Pandori e Panettoni, dolci tipici di questo periodo di feste. In commercio ne troviamo di molti tipi, oltre ai classici, diversi farciti con creme di tutti i gusti.

Quali sono gli ingredienti tradizionali di panettoni e pandori?

Secondo la legge l'impasto del panettone contiene i seguenti ingredienti: farina di frumento, zucchero, uova di gallina di categoria «A» o tuorlo d'uovo, o entrambi, burro, uvetta e scorze di agrumi canditi, lievito naturale costituito da pasta acida, sale. E' facoltà del produttore aggiungere: latte e derivati, miele, malto, burro di cacao, zuccheri, aromi naturali e naturali identici, emulsionanti, il conservante acido sorbico, il conservante sorbato di potassio.

L'impasto del pandoro contiene invece i seguenti ingredienti: farina di frumento, zucchero, uova di gallina di categoria «A» o tuorlo d'uovo, o entrambi, burro, lievito naturale costituito da pasta acida, aromi di vaniglia o vanillina, sale. E' facoltà del produttore aggiungere: latte e derivati, malto, burro di cacao, zuccheri, zucchero impalpabile, aromi naturali e naturali identici, emulsionanti, il conservante acido sorbico, il conservante sorbato di potassio

I prodotti che troviamo in commercio, nella loro variante classica (senza aggiunta di cioccolato o altri ingredienti) non si discostano molto dalla ricetta tradizionale. È bene fare attenzione che non contengono sciroppi (anche se purtroppo la maggior parte ne contiene) o comunque che ne contengano in quantità minima (ricordate che gli ingredienti sono elencati in ordine di quantità, quindi nella lista meno sciroppo c’è più in fondo apparirà). Attenzione anche alla presenza di coloranti e altri additivi.

Sono dolci che è bene consumare con estrema moderazione, non sono poche le calorie e gli zuccheri che contengono. Nella tabella sotto ho riportato i valori nutrizionali medi di pandoro e panettone su 100 gr di prodotto (1 fetta piccola).

Pandoro

Panettone

Kcal

403

360

Carboidratidi cui zuccheri

50 gr

28 gr

52 gr

26 gr

Grassidi cui saturi

19 gr

13 gr

14 gr

9 gr

Una sola fetta di panettone da 100 gr copre circa il 19% del fabbisogno calorico giornaliero di un adulto, mentre per un pandoro si arriva anche al 22%. Non è poco considerando l’abbuffata che ha preceduto la fetta di dolce.

Come si legge dalla tabella gli zuccheri sono moltissimi: più di 5 cucchiaini per fetta. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di non superare i 25 gr al giorno di zuccheri nella dieta: basta una fetta di pandoro o panettone per superare tale soglia!

Sono dolci del Natale, non dei mesi di ottobre, novembre e dicembre, e solo in quei giorni è opportuno mangiarli. Sempre con moderazione. Non sono un dessert o una colazione da poter consumare giornalmente.

Una fetta non va negata, ma che sia una e di un prodotto di ottima qualità. Non lasciatevi tentare dalle varianti farcite e arricchite di ingredienti non tradizionali: in queste calorie e zuccheri aumentano vertiginosamente!

Non perderti gli aggiornamenti della pagina Facebook della dottoressa Chiara Cevoli



banner basso postfucina





Chiara Cevoli

Chiara Cevoli
Biologa Nutrizionista

Laureata in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica presso l'Università di Roma La Sapienza nel 2009 con lode, mi sono da subito interessata alla tematica dell'alimentazione frequentando diversi corsi e collaborando in alcuni Ospedali del Lazio come volontaria. Negli anni successivi è quindi iniziata la mia attività come Biologo Nutrizionista ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero

Corsi - Prevenzione a tavola

Grassi saturi: sempre più studi ribaltano tutto ciò che sapevamo finora

Oggi sono sempre più numerosi gli studi che ci raccontano tutta un’altra storia rispetto ai grassi cattivi

Il latte di soia fa male ai bambini?

Può essere dato ai bambini? Fa bene o fa male? È il giusto sostituto del latte?

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

L’olio extravergine di oliva fa ingrassare?

Quanti cucchiai bisogna consumarne, è meglio a crudo o cotto e altre risposte ai vostri dubbi

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60

Soia ai bambini: sì o no?

Esisterebbe un rischio nel consumo abbondante e prolungato di prodotti di soia: i fitoestrogeni