I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Pubblicato il 14/12/2017 da Prevenzione a tavola

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola del marchio F.lli Gentile, pubblicando il comunicato ufficiale nella sezione Avvisi di sicurezza del sito ufficiale. Il motivo del richiamo è dovuto al riscontro della presenza di Listeria monocytogenes, che già in passato ha causato altri ritiri alimentari da parte del dicastero italiano. Nel mese di dicembre, il Ministero ha, inoltre, richiamato un lotto di salame nostrale [VIDEO], perché contaminato dal pericoloso agente batterico salmonella, anche lui alla base di numerosi richiami alimentari in Italia nel corso degli ultimi mesi, stando alla lista ufficiale presente sul portale istituzionale.

Presenza di Listeria monocytogenes Il lotto ritirato della provola F.lli Gentile di Catanzaro è il numero 27. La data di scadenza riportata nel prodotto in questione è il 27 gennaio 2018. Il richiamo fa riferimento alla confezione di formaggio a pasta filata di latte di mucca dal peso di 1,5 kg. Nel documento pubblicato dal Ministero italiano della Salute si legge inoltre che la sede dello stabilimento in cui è stato confezionato il prodotto alimentare è in via Bellavista a Carlopoli, comune della provincia di Catanzaro, in Calabria.

In casi come questi, è vivamente consigliato non consumare l'alimento oggetto del richiamo da parte del dicastero della salute e di riportarlo nel punto vendita dove lo si era acquistato in precedenza. Tali linee guida sono le stesse presenti nel foglio del Ministero, dove in alternativa si consiglia di contattare il numero di telefono 3396168277.

Viene inoltre posta in evidenza l'immagine del marchio della provola, con l'elenco degli ingredienti e i valori nutrizionali. E' importante però tenere in considerazione il lotto di produzione e la data di scadenza riportata sulla confezione, con la dicitura "da consumarsi preferibilmente entro il". (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore