I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

Pubblicato il 11/12/2017 da Prevenzione a tavola

Non c'è simbolo più famoso del Natale dell'albero decorato. Già ad inizio dicembre, alberi glitterati e dai mille colori abbelliscono piazze, strade e centri commerciali, così come milioni di case in tutto il mondo. Ogni anno c'è un acceso dibattito su quale sia il più ecologico tra albero finto o vero. Abbiamo quindi deciso di indagare più a fondo sul ciclo di vita di entrambi, dalla loro produzione fino all'addobbo per Natale, e l'inevitabile declino. Scopriamo cosa ci vuole per dar vita al nostro albero di Natale, e cosa succede una volta finite le feste.Infographic_with_headline_IT_20171206_145937 PERCHÉ DECORIAMO L'ALBERO? La tradizione di decorare l'abete si può far risalire alle antiche celebrazioni del solstizio d'inverno. In differenti parti del mondo le famiglie decorano le proprie case con il verde per celebrare la fine di una lunga notte invernale e l'inizio di giorni con più luce. Il primo esempio di albero di Natale pubblico documentato risale al 1441 a Tallinn (Estonia), costruito da una associazione di mercanti - La Fratellanza delle Teste Nere - e quindi dato alle fiamme. La tradizione dell'albero di Natale si diffuse poi nelle case tedesche nello stesso secolo. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali