I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Aglio, scoperta proprietà straordinaria per la salute

Composto chimico in grado d’impedire le comunicazioni tra i batteri

Pubblicato il 01/12/2017 da Prevenzione a tavola

L'aglio potrebbe rappresentare un valido alleato contro le infezioni croniche. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports dai ricercatori dell'Università di Copenhagen (Danimarca), secondo cui un composto chimico presente nell’ortaggio, chiamato ajoene, sarebbe in grado d’impedire le comunicazioni tra i batteri e di distruggere il biofilm che li protegge.

In precedenza gli scienziati avevano rilevato che l’aglio è in grado di contrastare i batteri e che il responsabile di questo meccanismo è l’ajoene. Nel corso di questo studio, hanno scoperto il modo in cui il composto agisce. Hanno osservato, in particolare, che l’ajoene è capace d’inibire alcune piccole molecole che regolano l’Rna in due tipi di batteri, lo Staphylococcus aureus e lo Pseudomonas aeruginosa. Queste molecole, spiegano gli autori, svolgono un ruolo essenziale all’interno dei sistemi di comunicazione di questi agenti patogeni, che pertanto risultano compromessi.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: Come sbucciare l’aglio senza toccarlo

“I due tipi di batteri che abbiamo studiato sono molto importanti – spiega Tim Holm Jakobsen, che ha diretto l’indagine -. Si chiamano Staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa. In realtà appartengono a due famiglie di batteri molto diversi e normalmente vengono combattuti con metodi differenti. Ma il composto di aglio è in grado di combattere entrambi contemporaneamente e quindi potrebbe rivelarsi un trattamento efficace se usato insieme agli antibiotici”.

I ricercatori aggiungono che l’ajoene non inibisce soltanto le molecole di Rna dei batteri, ma sarebbe anche capace di danneggiare la matrice adesiva protettiva che circonda questi microrganismi, chiamata biofilm. La distruzione o l’indebolimento del biofilm consente agli antibiotici e al sistema immunitario di attaccare direttamente i batteri e, pertanto, di combattere più efficacemente l'infezione. “Crediamo davvero che questo metodo possa curare i pazienti che altrimenti hanno scarse prospettive di guarigione - dichiara il dottor Jakobsen -. Le infezioni croniche come la fibrosi cistica possono infatti essere molto forti. Ma adesso abbiamo abbastanza conoscenze per sviluppare un farmaco a base di aglio e per testarlo sui pazienti”. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo