I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cosa mangiare quando si soffre di afte

I cibi che prevengono e curano le afte, più una giornata alimentare tipo

Pubblicato il 13/11/2017 da Paola Chiari

Il termine afta deriva dal greco áphtha (pustola) ed indica un’ulcera all’interno della cavità orale che causa la rottura della mucosa, definita come ulcera aftosa o stomatite aftosa si può presentare con ferite singole o multiple e di forma rotondeggiante.

Durante il decorso della fase acuta meglio evitare di assumere: alcolici e tabacco, cibi troppo acidi o (agrumi come arance, mandarini, pompelmo, limone, lime..), cibi irritanti troppo speziati, salati o piccanti (peperoncino, spezie, frutta secca,cioccolato ed alimenti troppo grassi o elaborati, patatine fritte o patatine in sacchetto ), tè, caffè o bevande troppo calde, aceto.

Preferibile invece è un'alimentazione leggera e disintossicante ricca di: vitamina B12 (carne, pesce, pollame e formaggi,cereali integrali, tuorlo d’uovo una volta a settimana), alimenti che contengono ferro (asparagi, spinaci, fagioli), acido folico (vongole, fegato, lenticchie, ceci), verdura, frutta, tè privi di teina come il tè rosso rooibos, tisane leggere e non agrumate, cereali morbidi ed integrali, yogurt. Prestare sempre molta attenzione alla temperatura degli alimenti. Durante la fase acuta dell’infiammazione saranno più graditi e tollerati alimenti freschi o a temperatura ambiente e consistenze tipo frullati, smoothie, gelati.

Piccole chicche di salute per prevenire o sconfiggere le afte:

  • Quando la mucosite rende difficile la deglutizione, la masticazione, l’apertura della bocca o anche semplicemente parlare, causando in un secondo momento anche la secchezza della bocca, può tornare utile fare sciacqui con mezzo bicchiere di acqua ed un cucchiaio di acidulato di umeboshi, non preoccupatevi se pizzica un po, è normale, ma risolve in tempi brevi il problema.

Per chi non lo conosce, l’acidulato di umeboshi è ricavato dalle prugne acerbe umeboshi conservate sotto sale. Questo prodotto è reperibile nei negozi biologici o supermercati ben forniti. Viene utilizzato come sostituto del sale per insaporire conse, verdure, pietanze.

  • Un altro metodo totalmente naturale consiste nel posizionare e tener premuta una normalissima bustina di tè sull’afta per una decina di minuti. La ricchezza in tannini (antiossidanti) del tè aiuta infatti a cicatrizzare le ulcere più velocemente.
  • Importante sarà mantenere un’ottima igiene orale lavando quotidianamente i denti e facendo risciacqui con il collutorio.

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina

Giornata alimentare tipo per migliorare la condizione

COLAZIONE

Yogurt greco magro + 1 manciata di cereali soffiati non zuccherati (miglio, riso, avena..) + 3 albicocche (questo abbinamento alimentare aiuterà a disinfettare il cavo orale)

oppure

1 fetta di pane di segale lievemente tostata + dell’avocado a fette sottili + foglie di basilico sminuzzate (rigorosamente a mano per non rovinare gli oli essenziali e le sostanze ossidante contenute all’interno) ed un filo di olio extravergine di oliva (una colazione ricca di antiossidanti e fibre, con proprietà antisettiche e digestive)

SPUNTINO

1 frutto o 10/15 lupini

PRANZO

spaghetti alle vongole con un contorno di verdure saltate in padella con 1 cucchiaino di curcuma

(grazie alle vongole otterremo un pasto ricco di acido folico, mentre la curcuma favorirà la regolazione del sistema immunitario).

Oppure

Un insalata tiepida di chinoa con verdure a dadini saltate in padella con piselli, passata di pomodoro ed olio extravergine di oliva.

SPUNTINO

1 frutto come mango, papaia, pesche e melone (la vitamina A in essi contenuti interviene nella riparazione della mucosa lesionata alleviando così il dolore) o 2 datteri medjoul (ricchi di ferro e potassio)

CENA

Una frittata con spinaci e foglie di menta accompagnate da finocchi e sedano stufati

Oppure

Zuppa di cereali (grano saraceno, riso integrale, miglio, sorgo…) con legumi misti, funghi shiitake, cipolla e passata di pomodoro

A fine serata dopo cena, a scelta, una tazza di tè rooibos o malva o melissa, a temperatura ambiente.

Seguite tutti gli aggiornamenti della dottoressa Paola Chiari sulla sua pagina Facebook



banner basso postfucina





Paola Chiari

Paola Chiari
Dietista

Mi chiamo Paola Chiari, sono dietista e opero a Cremona. Mi occupo di alimentazione clinica ed educazione alimentare. La scelta di diventare dietista arriva all'età di 13 anni, quando scopro di essere celiaca. Venticinque anni fa la celiachia era una realtà poco conosciuta e di difficile diagnosi, di conseguenza la scelta alimentare era scarsa e ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti