I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Vitamina D per curare bruciature e scottature

La ricerca ha coinvolto 38 soggetti affetti da ustioni

Pubblicato il 07/11/2017 da Prevenzione a tavola

Alti livelli di vitamina D nel sangue potrebbero accelerare la guarigione da bruciature e scottature. Lo evidenzia uno studio presentato durante la conferenza annuale della Society for Endocrinology, in programma dal 6 all’8 novembre a Harrogate (Regno Unito), dai ricercatori dell’Institute of Inflammation & Aging, dell’Institute of Metabolism & Systems Research e dallo Scar Free Foundation Burns Research Centre di Birmingham (Regno Unito). Secondo gli autori, i livelli ematici di questa vitamina diminuirebbero significativamente dopo aver subito un’ustione, per cui assumerla subito attraverso gli integratori potrebbe rappresentare un trattamento semplice e conveniente per favorire la guarigione delle ferite.

LEGGI ANCHE: Carenza di vitamina D: i sintomi da non trascurare

“Nei pazienti affetti da ustioni, i bassi livelli di vitamina D sono stati associati a esiti peggiori, come infezioni pericolose per la vita, mortalità e ritardo nella guarigione delle ferite - spiega Janet Lord, che ha coordinato l’indagine -. Sono stati anche associati a cicatrici più gravi, eppure i medici generalmente tendono a trascurare gli effetti dei bassi livelli di questa vitamina”.

La ricerca ha coinvolto 38 soggetti affetti da ustioni, che sono stati seguiti per un anno. Durante questo periodo, gli scienziati hanno misurato più volte i livelli di vitamina D presenti nel loro sangue, e hanno monitorato la loro capacità di recupero. Al termine dell’indagine, hanno osservato che rispetto agli altri, i pazienti che avevano livelli più alti di vitamina D nel flusso ematico presentavano una prognosi migliore, mostravano meno complicazioni e cicatrici, e le loro ferite si stavano rimarginando in modo più evidente. Gli scienziati, inoltre, hanno rilevato che nei soggetti affetti da ustioni le dosi di questa vitamina risultano più basse della norma. Questo, a loro avviso, potrebbe suggerire che assumere la vitamina D subito dopo aver riportato la lesione potrebbe arrecare significativi benefici alla salute del paziente, anche grazie alle note proprietà antibatteriche di questa sostanza, che aiuterebbero a prevenire le infezioni e a migliorare la guarigione delle lesioni.

“Le scottature gravi riducono significativamente i livelli di vitamina D - osserva la professoressa Lord -, per cui assumere questa vitamina potrebbe essere un modo semplice, sicuro e conveniente per migliorare le condizioni dei pazienti affetti da ustioni, con un costo minimo per il sistema sanitario”. I ricercatori sono adesso impegnati a scoprire perché si verifica una rapida perdita della vitamina D subito dopo aver subito una bruciatura. Dopo averne compreso il motivo, sperano di essere in grado di prevenire questo fenomeno in futuro. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Corsi - Prevenzione a tavola

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia

Ecco gli alimenti per sorridere all’autunno

Cambio di stagione, gli alimenti alleati del buonumore

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo