I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Spinaci e uova, un aiuto contro l’infiammazione

Il merito è della luteina

Pubblicato il 30/10/2017 da Prevenzione a tavola

Una nuova arma contro l'infiammazione potrebbe essere la luteina, un carotenoide presente in molte verdure come spinaci e cicoria. Secondo dei ricercatori della Linkoping University (Svezia) questa sostanza sarebbe in grado di sopprimere l'infiammazione nei pazienti con malattia coronarica.

In passato diversi studi avevano suggerito una correlazione tra alcuni carotenoidi, come il licopene e il beta-carotene, e i marcatori dell'infiammazione. Per testare le proprietà della luteina i ricercatori dell'ateneo svedese hanno coinvolto 193 pazienti con malattia coronarica: “Un numero considerevole di pazienti che hanno avuto un infarto del miocardio presentano ancora un basso livello di infiammazione cronica, anche dopo aver ricevuto un trattamento efficace con la rivascolarizzazione, i farmaci e le variazioni dello stile di vita”, ricorda Lena Jonasson, l'autrice principale dello studio.

Il team di ricerca ha misurato nel sangue dei partecipanti i livelli di sei tra i carotenoidi più comuni e i livelli di infiammazione, utilizzando un suo marcatore ovvero l'interleuchina 6. L'unico ad esso correlato era la luteina: a maggiori livelli del carotenoide corrispondevano minori livelli di interleuchina. Inoltre i ricercatori – nello studio pubblicato su Atherosclerosis – hanno inoltre visto come l'attività infiammatoria delle cellule si riduceva di molto quando queste erano trattate con la luteina.

Il prossimo obiettivo dei ricercatori è vedere se l'aumento di cibi ricchi di luteina (oltre a spinaci e cicorie, presente in fagiolini, broccoli, prezzemolo, cavoli ma anche nel tuorlo d'uovo) abbia un effetto positivo sul sistema immunitario dei pazienti con malattia coronarica. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero

Corsi - Prevenzione a tavola

Grassi saturi: sempre più studi ribaltano tutto ciò che sapevamo finora

Oggi sono sempre più numerosi gli studi che ci raccontano tutta un’altra storia rispetto ai grassi cattivi

Il latte di soia fa male ai bambini?

Può essere dato ai bambini? Fa bene o fa male? È il giusto sostituto del latte?

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

L’olio extravergine di oliva fa ingrassare?

Quanti cucchiai bisogna consumarne, è meglio a crudo o cotto e altre risposte ai vostri dubbi

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60

Soia ai bambini: sì o no?

Esisterebbe un rischio nel consumo abbondante e prolungato di prodotti di soia: i fitoestrogeni