I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

Pubblicato il 13/10/2017 da Prevenzione a tavola

"Profuma come il didietro di una mucca", scrive l'Independent, ma è davvero una meraviglia. Si tratta del Vieux Boulogne, un formaggio prodotto nell'omonina città portuale della Francia settentrionale e prodotto con un metodo del tutto particolare: è ricavato dal latte bovino e stagionato con lavaggi alla birra per un periodo di nove settimane.

Questo formaggio si è anche aggiudicato il premio di "più puzzolente del mondo", che viene conferito dai ricercatori della Cranfield University:

"I formaggi nazionali dei quali la Francia si vanta tanto sono anche i più "puzzolenti" del mondo. Lo ha stabilito un concorso britannico con tutti i crismi della scientificità sulla base di prove olfattive ma anche di un vero e proprio naso elettronico. Il segreto dell'aroma persistente, confermano i ricercatori della Cranfield University, è tutto nei "lavaggi", le sostanze in cui viene tenuta a bagno la crosta del formaggio.

La competizione è stata organizzata dal dottor Stephen White della Cranfield University nel Bedfordshire a nord-ovest di Londra, che ha condotto una ricerca sull'intensità olfattiva di questi alimenti, selezionandone diverse dozzine provenienti da tutto il mondo.

L'esito dell'indagine, compiuta da 19 esperti e da un naso elettronico ha sfatato una diffusissima convinzione: la "puzza" dei formaggi non dipende dalla stagionatura e tantomeno dal tipo di latte utilizzato. Ma dai "lavaggi", ossia in quali sostanze viene tenuto a bagno la crosta del formaggio.

Sul podio dunque sono saliti ben tre francesi, tutti a base di latte vaccino. Il primo posto se l'è aggiudicato il normanno Vieux Boulogne stagionato con lavaggi alla birra per un periodo che va dalle 7 alle 9 settimane; l'odore particolarmente pungente è dato proprio dalla reazione tra il malto e gli enzimi dell'alimento".

 



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60

Soia ai bambini: sì o no?

Esisterebbe un rischio nel consumo abbondante e prolungato di prodotti di soia: i fitoestrogeni

Il latte vegetale più equilibrato è quello di soia

Studio ha analizzato latte di mandorla, soia, riso e cocco

Curcuma, la spezia che migliora la memoria e l’umore

Potrebbe contrastare anche l'Alzheimer. Ecco qualche ricetta per utilizzarla in cucina

Il miglior farmaco naturale si chiama melagrana

I suoi principi attivi sono utili nella prevenzione e nel trattamento di moltissime patologie

Ecco cosa succede al nostro corpo quando mangiamo cibo da fast food

I risultati di uno studio dell'Università di Bonn

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli