I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Meno disturbi articolari con 45 minuti di attività fisica a settimana

Studio pubblicato sulla rivista Arthritis care & research

Pubblicato il 11/10/2017 da Prevenzione a tavola

A chi soffre di disturbi articolari, potrebbero bastare 45 minuti di moderata attività fisica a settimana per stare meglio. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Arthritis care & research dai ricercatori della Northwestern university feinberg school of medicine di Chicago (Usa), diretti da Dorothy D. Dunlop, che afferma: “Praticare poca attività fisica è meglio di niente. Alle persone anziane affette da artrite che conducono una vita sedentaria, basterebbe svolgere solo 45 minuti di esercizio a settimana per stare meglio”.

LEGGI ANCHE: L’esercizio fisico riduce la frequenza degli attacchi di emicrania

La ricerca è stata condotta su 1.629 adulti di età pari o superiore a 49 anni, affetti da dolori alle articolazioni degli arti inferiori, che avevano preso parte allo studio osservazionale Osteoarthritis Iniziative. In particolare, gli autori ne hanno monitorato lo stato fisico per un periodo di due anni. Al termine dell’indagine, hanno scoperto per restare in buone condizioni è sufficiente svolgere 45 minuti di moderata attività fisica - come camminare a ritmo sostenuto - a settimana. Chi lo faceva, infatti, aveva l’80% di probabilità in più di migliorare o mantenere integra la funzionalità motoria, rispetto a chi praticava meno movimento.

Lo studio, secondo gli esperti, dimostra quindi che non è necessario eseguire 150 minuti di esercizio fisico a settimana, per sessioni di almeno 10 minuti consecutivi, come suggeriscono le linee guida statunitensi per il trattamento di artrite e artrosi. Questo obiettivo, spiegano gli autori, potrebbe essere troppo arduo da conseguire, tanto che di norma ci riesce solo un malato su 10. “Le linee guida federali sono molto importanti perché più ci si muove, meglio ci si sente e maggiori benefici per la salute si ottengono – spiega Dunlop -. Ma anche raggiungere questo obiettivo meno rigoroso di 45 minuti a settimana serve a promuovere la funzionalità motoria e può rappresentare un possibile punto di partenza per gli anziani che soffrono di dolori articolari”. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Riso integrale al pesto di fave con profumo di menta

Oggi voglio condividere con voi questa ricetta semplice, veloce, sfiziosa

Miele di corbezzolo, nuova arma contro il tumore

Bloccherebbe la crescita delle cellule del tumore al colon

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

Corsi - Prevenzione a tavola

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Corsi - Prevenzione a tavola

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati