I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ecco cosa succede se si tocca il pane senza lavarsi le mani

L'esperimento per far capire l'importanza dell'igiene delle mani dove proliferano migliaia di batteri

Pubblicato il 10/10/2017 da Prevenzione a tavola

Sulle nostre mani proliferano circa 150 diverse specie di #batteri, per questo tenerle pulite, in special modo prima di consumare o preparare i cibi, è estremamente importante per la salute. Una professoressa statunitense della Cape Fear High School, in North Carolina, ha pensato bene di coinvolgere i suoi studenti in un esperimento impressionante e curioso, con lo scopo di convincerli a lavarsi regolarmente le mani. La docente, Donna Gill Allen ha preparato 3 fette di pane e le ha fate maneggiare da gli studenti prima con guanti nuovi e sterili, poi con mani appena lavate ed infine con mani sporche, non lavate da poco. Poi ha chiuso ed etichettato i campioni maneggiati in altrettanti sacchetti ermetici ed ha atteso il tempo necessario perchè gli eventuali batteri presenti si moltiplicassero.

Dopo alcuni giorni i campioni sono stati esaminati e la fetta di pane toccata dalle mani non lavate ha mostrato un'incredibile proliferazione batterica.

Il pane presentava una mollica di colore blu -verdastro, mentre la fetta toccata con mani pulite non aveva evidenti segni di contaminazione, così come il pane toccato con i guanti. Quest'esperimento non fa altro che confermare quello che i ricercatori affermano da tempo e cioè che il 15-30% delle infezioni virali e batteriche siano trasmesse dal principale veicolo di contaminazione, le nostre mani e si possono prevenire osservando un'accurata igiene. Le mani inoltre sono perennemente a contatto con la nostra bocca [VIDEO]e durante la giornata toccano molte superfici contaminate, come cellulari, tastiere condivise, superfici esterne a cui tutti hanno accesso.

Il lavaggio delle mani è un'operazione accurata che non può essere svolta in pochi secondi.

Il lavaggio corretto delle mani secondo l'OMS L'organizzazione mondiale della Sanità ci indica come lavarci correttamente le mani mediante alcune semplici regole da seguire. La procedura deve durare almeno 40-60 secondi ed inizia bagnando le mani con acqua, poi applicando una quantità di sapone sufficiente a ricoprire la superficie delle mani. Bisogna strofinare le mani palmo contro palmo, passare il palmo destro sopra il dorso sinistro, e viceversa, intrecciando le dita. ripetere più volte questo passaggio, perchè anche il dorso della mano e delle dita dev'essere strofinato con cura. I pollici devono ruotare e strofinare i palmi, poi le dita della mano destra ruotano e strofinano il palmo sinistro e viceversa. Infine le mani vanno risciacquate bene con acqua e accuratamente asciugate con una salvietta monouso.

L'uso di asciugamani di spugna è sconsigliato perchè non vengono lavati ad ogni asciugatura e possono favorire la crescita batterica. Attenzione a chiudere il rubinetto con una salviettina se non si dispone di un lavabo con cellula fotoelettrica o a leva. Ora le mani sono pulite e sicure, almeno per un po'. #aliementiebevande (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande