I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Nobel per la Medicina a Hall, Rosbash e Young

Per la scoperta del meccanismo molecolare che controlla il ritmo circadiano

Pubblicato il 02/10/2017 da Prevenzione a tavola

Va a Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash e Michael W. Young il premio Nobel per la Medicina 2017 per la scoperta del meccanismo molecolare che controlla il ritmo circadiano. L’annuncio è stato dato oggi come da tradizione al Karolinska Institutet di Stoccolma. I vincitori sono stati scelti fra i 361 scienziati candidati quest’anno.

Il premio ammonta a 9 milioni di corone svedesi, al cambio odierno oltre 940mila euro. Dal 1901 al 2016 sono stati 107 i premi Nobel in Medicina consegnati a un totale di 211 scienziati, dato che il riconoscimento viene dato spesso a più di una persona.

Quest’anno a Stoccolma “hanno premiato un meccanismo bellissimo, che può sembrare complesso ma in realtà è alla base di malattie croniche come diabete e obesità. Malattie legate ai geni, ma anche all’ambiente. Un meccanismo che, in modo più semplice, spiega il diverso effetto di una pizza mangiata a mezzogiorno rispetto a una consumata a mezzanotte”. Così il genetista Giuseppe Novelli, rettore dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata,commenta all’AdnKronos Salute il premio Nobel per la Medicina alle ricerche di Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash e Michael W. Young per la scoperta del meccanismo molecolare che controlla l’orologio biologico.

“Mi preme sottolineare che questi tre scienziati sono stati premiati per i loro lavori pionieristici, ma oggi uno dei massimi studiosi in questo campo è italianoPaolo Sassone-Corsi dell’Uci. Oggi sappiamo che, se alteriamo o invertiamo i ritmi circadiani – dice il genetista – si hanno effetti non solo a livello psicologico, ma anche fisico. Una cascata di eventi che possono aumentare il rischio di alcune malattie. Ebbene, questa scoperta è importante anche per le ricerche mirate a prevenire una serie di malattie ‘del benessere’, come diabete e obesità. Non solo: potremmo arrivare a un’alimentazione intelligente, basata su dati molecolari”.

Ma alla fine in che consiste l’‘effetto pizza‘? “Se la mangiamo a mezzogiorno – chiarisce lo scienziato – il nostro organismo è ‘settato’ per trarne il meglio, se invece lo facciamo a mezzanotte, quando il corpo si sta preparando al sonno, interrompiano una cascata di eventi importanti per l’organismo. Con un’alterazione metabolica” che finisce per avere degli effetti visibili e non, conclude Novelli. “Insomma, è decisamente meglio mangiare la pizza a mezzogiorno” (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gnocchi d’orzo: Marraconis de orgiu

Dalla civiltà sarda rurale, ecco una ricetta antica a base di cereali, fondamentali per un'alimentazione sana ed equilibrata

La ricetta dei Tortelli di ceci

Come preparare i tortelli di ceci, un piatto squisito e sano a base di legumi, fondamentali per la salute del nostro organismo

Diverticoli e diverticolite: cosa mangiare e da cosa tenersi lontani

Per prevenire la diverticolosi, ma anche per evitare l’infiammazione di diverticoli già presenti e quindi l’insorgenza di diverticolite, alcuni alimenti sono più indicati di altri

Il cuore è a rischio mangiando un uovo al giorno?

La risposta arriva da un grande studio pubblicato sul British Medical Journal che finalmente sembra mettere un punto alla questione del colesterolo contenuto nelle uova

Tortiglioni con fave al profumo di limone

Una ricetta fresca, che sa di primavera. E visto che sta iniziando il periodo delle fave, perché non approfittare delle prime arrivate?

Corsi - Prevenzione a tavola

Torta di fiocchi d’avena

Una torta squisita, facile da preparare, a base di cereali, indispensabili per rafforzare il nostro sistema immunitario

Orzo alle erbe con semi di finocchio e malva

Una ricetta squisita, facile da preparare e perfetta per rafforzare il sistema immunitario e proteggere il nostro organismo

La vitamina c NON cura il Coronavirus

Dopo quella relative alle bevande calde sta circolando un'altra bufala sulla vitamina C, utile per rafforzare il sistema immunitario ma ma non per curare, né prevenire il Coronavirus

Corsi - Prevenzione a tavola

Riso con crema di broccoli in salsa di capperi e mandorle

Una ricetta squisita, facile da preparare e perfetta per rafforzare il sistema immunitario e proteggere il nostro organismo

Le bevande calde non uccidono il Coronavirus: ecco tutte le bufale

Nonostante il momento critico, girano in rete numerose bufale che spacciano consigli casalinghi per debellare il virus: non abboccate!

Coronavirus: i 10 cibi che non devono mancare sulle nostre tavole

La giusta alimentazione è un'arma efficace per rafforzare le difese immunitarie dell’organismo e prevenire infezioni virali e batteriche

Arance e mandarini contengono molecola dimagrante

In questi agrumi scoperta la molecola che protegge dai chili di troppo e dagli effetti negativi dell'obesità, come arteriosclerosi e diabete

Cosa mangiare per tenere lontano il Coronavirus

Un'alimentazione corretta ed equilibrata è il primo passo per far sì che il nostro sistema immunitario sia il più possibile efficiente e tenga il Coronavirus ben lontano

La tisana per rafforzare le difese immunitarie

E' fondamentale, specie in questo periodo, far sì che nostro sistema immunitario sia pronto a contrattaccare virus e influenze

Gli 8 alimenti più ricchi di fibre

Le fibre contenute negli alimenti sono indispensabili per fortificare il nostro sistema immunitario