I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il prosciutto di Parma riconosciuto in Giappone per la sua Indicazione Geografica

Consorzio, premiati gli sforzi dei nostri produttori

Pubblicato il 29/09/2017 da Prevenzione a tavola

Il Prosciutto di Parma è il primo e unico prodotto non giapponese a essere riconosciuto come Indicazione Geografica dal governo del Sol Levante. Si tratta di un importante traguardo, ultimo anello di un lungo iter burocratico e politico, che ha avuto lo scopo di accertare e conoscere da vicino il prodotto made in Italy e il metodo di lavorazione.

''Siamo orgogliosi di questo risultato - ha detto Stefano Fanti, direttore del Consorzio del Prosciutto di Parma - che premia gli sforzi dei nostri produttori, a conferma della qualità del Prosciutto di Parma, un prodotto che richiede tempo, fatica con rigide regole imposte dal disciplinare''. Il Consorzio fa presente anche che il Prosciutto di Parma, che potrà contare sulle stesse tutele che gode in Europa, diventerà più riconoscibile sul mercato nipponico grazie al logo della Ig giapponese in etichetta.

Al di fuori dei confini europei la registrazione del marchio, infatti, si è dimostrato il metodo più efficace, ma il riconoscimento come Indicazione Geografica permette di rafforzare la tutela del prodotto perché, alla protezione diretta del Consorzio sui diritti di proprietà intellettuale, si aggiunge l'attività di tutela ufficiale da parte delle Autorità locali.

Con circa 107 mila prosciutti e un valore di 11 milioni, oggi il Giappone è il primo mercato asiatico in termini di esportazioni e il secondo, dopo gli Usa, al di fuori dell'Unione Europea. Presente da oltre 20 anni sul territorio, il Consorzio continuerà a investire importanti risorse per valorizzare il Prosciutto di Parma puntando su un consistente programma promozionale. (ANSA).



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Corsi - Prevenzione a tavola

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle