I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Gli alimenti rischiosi per la salute delle ossa

L'alimentazione da seguire in caso di osteoporosi

Pubblicato il 27/09/2017 da Prevenzione a tavola

L'alimentazione, anche nella salute delle ossa, gioca un ruolo fondamentale. E come per ogni area, alcuni cibi sono più utili altri più dannosi. Il calcio, e la vitamina D, sono i principali micronutrienti fondamentali per la salute delle ossa, quindi una dieta con adeguato apporto di calcio è utile per tutto l'apparato scheletrico. C'è qualcosa che invece potrebbe rappresentare un rischio per le ossa?

Il consiglio sempre valido per prendersi cura della propria salute a tavola è quello di seguire una dieta varia ed equilibrata. Una dieta del genere prevede anche il consumo di alimenti ricchi di calcio, per ogni regime alimentari seguito. Se il calcio è infatti presente in abbondanza nel latte e nei prodotti da esso derivati, anche chi segue una dieta che esclude alimenti di origine animale può assicurarsi un buon introito di questo minerale. Per esempio con il consumo di prodotti a base di soia, di verdure a foglia verde scura, come cavoli e rape, di legumi, di mandorle e di semi di sesamo.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO DELL'ESPERTO: “Scrocchiarsi” le ossa è pericoloso?

Il calcio è l'elemento costitutivo del tessuto osseo per questo, se il suo introito è scarso, può ridursi la densità minerale ossea. In una dieta non equilibrata potrebbe nascondersi poi un nemico del calcio: il sale. Come hanno indicato alcune ricerche il cloruro di sodio, quindi il normale sale da cucina, potrebbe aumentare la quantità di calcio espulso con le urine. Ad esempio una ricerca della Wahington State University indicò come nelle donne dopo la menopausa la cui dieta era ricca di sale, la perdita di minerali fosse maggiore.

Per tenere sotto controllo il consumo di sale è bene stare attenti non solo a quello aggiunto ma anche alle fonti di sale nascosto. I cibi fast food, i cibi pronti, i cibi in scatola, insomma gli alimenti processati dall'industria alimentare possono contribuire ad aumentare la quantità di sale, dunque di sodio, nella dieta. Moderarne il consumo, cercare di aggiungere poco sale alle pietanze, usare spezie e aromi per dare sapore ai cibi sono tutte strategie con cui poter controllare l'apporto di sale e, probabilmente, in ultima istanza proteggere anche la salute delle ossa.

Alcol e caffè

Un altro possibile fattore di rischio per le ossa è rappresentato dall'alcol. Il consiglio che molti esperti danno è quello di mantenersi a massimo due unità alcoliche al giorno.

Infine la caffeina. Anche la sostanza eccitante contenuta nel caffè, e in altre bevande come bibite gassate o tè, avrebbe sulle ossa lo stesso effetto del sodio. Un eccessivo consumo di caffè, pertanto, potrebbe favorire la perdita di calcio e mettere a rischio la solidità del tessuto osseo se l'apporto di questo minerale non fosse adeguato. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero

Corsi - Prevenzione a tavola

Grassi saturi: sempre più studi ribaltano tutto ciò che sapevamo finora

Oggi sono sempre più numerosi gli studi che ci raccontano tutta un’altra storia rispetto ai grassi cattivi

Il latte di soia fa male ai bambini?

Può essere dato ai bambini? Fa bene o fa male? È il giusto sostituto del latte?

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

L’olio extravergine di oliva fa ingrassare?

Quanti cucchiai bisogna consumarne, è meglio a crudo o cotto e altre risposte ai vostri dubbi

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60

Soia ai bambini: sì o no?

Esisterebbe un rischio nel consumo abbondante e prolungato di prodotti di soia: i fitoestrogeni