I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Gli alimenti rischiosi per la salute delle ossa

L'alimentazione da seguire in caso di osteoporosi

Pubblicato il 27/09/2017 da Prevenzione a tavola

L'alimentazione, anche nella salute delle ossa, gioca un ruolo fondamentale. E come per ogni area, alcuni cibi sono più utili altri più dannosi. Il calcio, e la vitamina D, sono i principali micronutrienti fondamentali per la salute delle ossa, quindi una dieta con adeguato apporto di calcio è utile per tutto l'apparato scheletrico. C'è qualcosa che invece potrebbe rappresentare un rischio per le ossa?

Il consiglio sempre valido per prendersi cura della propria salute a tavola è quello di seguire una dieta varia ed equilibrata. Una dieta del genere prevede anche il consumo di alimenti ricchi di calcio, per ogni regime alimentari seguito. Se il calcio è infatti presente in abbondanza nel latte e nei prodotti da esso derivati, anche chi segue una dieta che esclude alimenti di origine animale può assicurarsi un buon introito di questo minerale. Per esempio con il consumo di prodotti a base di soia, di verdure a foglia verde scura, come cavoli e rape, di legumi, di mandorle e di semi di sesamo.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO DELL'ESPERTO: “Scrocchiarsi” le ossa è pericoloso?

Il calcio è l'elemento costitutivo del tessuto osseo per questo, se il suo introito è scarso, può ridursi la densità minerale ossea. In una dieta non equilibrata potrebbe nascondersi poi un nemico del calcio: il sale. Come hanno indicato alcune ricerche il cloruro di sodio, quindi il normale sale da cucina, potrebbe aumentare la quantità di calcio espulso con le urine. Ad esempio una ricerca della Wahington State University indicò come nelle donne dopo la menopausa la cui dieta era ricca di sale, la perdita di minerali fosse maggiore.

Per tenere sotto controllo il consumo di sale è bene stare attenti non solo a quello aggiunto ma anche alle fonti di sale nascosto. I cibi fast food, i cibi pronti, i cibi in scatola, insomma gli alimenti processati dall'industria alimentare possono contribuire ad aumentare la quantità di sale, dunque di sodio, nella dieta. Moderarne il consumo, cercare di aggiungere poco sale alle pietanze, usare spezie e aromi per dare sapore ai cibi sono tutte strategie con cui poter controllare l'apporto di sale e, probabilmente, in ultima istanza proteggere anche la salute delle ossa.

Alcol e caffè

Un altro possibile fattore di rischio per le ossa è rappresentato dall'alcol. Il consiglio che molti esperti danno è quello di mantenersi a massimo due unità alcoliche al giorno.

Infine la caffeina. Anche la sostanza eccitante contenuta nel caffè, e in altre bevande come bibite gassate o tè, avrebbe sulle ossa lo stesso effetto del sodio. Un eccessivo consumo di caffè, pertanto, potrebbe favorire la perdita di calcio e mettere a rischio la solidità del tessuto osseo se l'apporto di questo minerale non fosse adeguato. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali