I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tutti i benefici delle banane

Ricchissime di potassio, ma non solo

Pubblicato il 25/09/2017 da Prevenzione a tavola

Un dolce, un frullato, una macedonia. Sono tanti i modi in cui mangiare le banane. Perché mangiarle è presto detto: con il loro tesoro di sali minerali e di vitamine, sono un frutto molto salutare. Tra i micronutrienti di cui sono più ricche c'è il potassio, l'elemento con il quale spesso si finisce per identificare questo frutto tropicale.

Il profilo nutrizionale

Quasi il 90% dell'energia che si ricava dalle banane arriva dai carboidrati. Per 100 grammi di prodotto l'introito calorico è pari a 65 kcal. Oltre agli zuccheri le banane contengono proteine, pochi grassi e fibre.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: Preparare un ghiacciolo di banana e mandorle in 5 minuti

Tra le vitamine abbondando la vitamina A e la vitamina C, e sono contenute anche la niacina, la vitamina B6, la riboflavina, l'acido folico; tra i minerali il fosforo, il ferro, il calcio e, soprattutto, il potassio (350 microgrammi ogni etto di prodotto).

Sono diversi i benefici per la salute da un adeguato apporto di potassio. Questo minerale contribuisce a regolare i valori della pressione arteriosa, e quindi a proteggere la salute cardiovascolare; a favorire la regolarità intestinale, aiutando a recuperare in caso di diarrea (e il potassio che contengono andrà a bilanciare quello perso con le scariche diarroiche); a mantenere una buona densità ossea e proteggere dalla perdita di massa muscolare. A proposito di muscoli chi fa sport lo sa bene: mangiare banane aiuta a scongiurare il rischio di crampi muscolari.

Qualche idea

Le banane sono lo spuntino più comodo che ci sia per essere mangiate fuori casa, a lavoro, a scuola o sulla pista d'atletica: non vanno devono essere lavate e non serve un coltello né per pelarle né per tagliare il frutto. Via la buccia e in pochi morsi la pausa snack è finita. Un piccolo inconveniente legato alla loro conservazione è che anche dopo essere state raccolte la maturazione continua ed è più veloce quanto maggiore è la temperatura dell'ambiente in cui si trovano. Così anche se potrebbero essere conservate a temperatura ambiente è meglio riporle in frigorifero. Sebbene la buccia tenda a imbrunirsi, il frutto all'interno sarà ancora piuttosto sodo e commestibile. Se, invece, sono acerbe e si vuole accelerare la maturazione è consigliato tenerle in un sacchetto di carta a temperatura ambiente.

Chi si è stufato di mangiarle solo così, “nude e crude”, può provare altri modi per gustare le banane:

- tagliata a fette può essere unita alla ciotola della colazione con latte e cereali;

- come le mele sono ottime per preparare dei dolci e, addirittura, sostituire l'olio o il burro. Muffin, ciambelle, torte e biscotti saranno così più salutari. Basta schiacciarle con cura per aggiungerle agli altri ingredienti;

- le banane possono essere conservate sbucciate in freezer. Alla bisogna saranno prese per preparare velocemente dei frullati salutari oppure una sorta di mousse simile a un gelato, da condire con frutta secca, ad esempio;

- per aumentare l'introito di potassio, si può preparare una macedonia con banane e altri frutti che contengono questo prezioso elemento: melone, prugne secche, kiwi, albicocche. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti