I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Emicrania sconfitta stimolando il nervo vago dall’esterno

Con un apparecchietto che il paziente può applicare sul collo e senza dolore

Pubblicato il 20/09/2017 da Prevenzione a tavola

L'emicrania si potrebbe fermare con una stimolazione non invasiva diretta al 'nervo vago', con uno strumento ad hoc chiamato 'gammaCore' che il paziente può usare in assoluta autonomia poggiandoselo sul collo. L'apparecchio è stato testato su 243 pazienti da esperti dell'Istituto Neurologico C. Mondino e Università di Pavia. Lo studio clinico è stato presentato al 18/imo Congresso della International Headache Society tenutosi a Vancouver in Canada. La stimolazione del nervo vago (tradizionalmente con impianto chirurgico di uno stimolatore sottocute) è già in uso clinico e sperimentale per molte malattie (l'epilessia ad esempio). Ma le sue possibilità sembrano dispiegarsi ulteriormente. Specie dal momento in cui vi sia la possibilità di una stimolazione non invasiva che il paziente possa usare da solo a casa servendosi di un apparecchietto che sta in una mano.

"L'emicrania è la terza malattia più diffusa al mondo e una delle dieci malattie più disabilitanti e si cercano nuove opzioni terapeutiche - spiega Cristina Tassorelli che ha diretto la sperimentazione clinica in doppio cieco (stimolazione vera vs placebo senza che né pazienti né operatori fossero al corrente di chi usava cosa). I dati di questo studio clinico - continua l'esperta in una dichiarazione su Psychology Today - supportano l'uso dell'apparecchio gammaCore per trattare efficacemente l'emicrania, facendone una opzione terapeutica possibile per milioni di pazienti". L'uso dell'apparecchio deve essere ancora approvato dagli organi competenti (FDA e EMA) mentre ad aprile scorso l'FDA ne ha già autorizzato l'uso (negli Stati Uniti) per un altro mal di testa molto invalidante, la cefalea a grappolo. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti