I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Sigaretta elettronica irrigidisce le arterie e mette in pericolo il cuore

Studio presentato durante lo “European Respiratory Society International Congress”

Pubblicato il 12/09/2017 da Prevenzione a tavola

L’uso di sigarette elettroniche con la nicotina potrebbe aumentare la rigidità delle arterie e, con il tempo, anche il rischio di essere colpiti da attacco cardiaco e ictus. È quanto emerge da uno studio presentato durante lo “European Respiratory Society International Congress”, in programma dal 9 al 13 settembre a Milano, dai ricercatori del Danderyd University Hospital del Karolinska Institute di Stoccolma (Svezia), diretti da Magnus Lundbäck, che afferma: “Il numero degli utilizzatori di sigarette elettroniche è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Le sigarette elettroniche sono considerate quasi inoffensive da parte della popolazione. L'industria della sigaretta elettronica commercializza il proprio prodotto come uno strumento capace di ridurre i danni del tabacco e aiutare le persone a smettere di fumare. Tuttavia, la sicurezza delle sigarette elettroniche è al centro del dibattito e un crescente numero di prove suggerisce che provocano diversi effetti negativi sulla salute”.

Nel corso della ricerca, gli autori hanno reclutato 15 volontari dell'età media di 26 anni, che erano in buona salute, fumavano raramente (al massimo dieci sigarette al mese) e non avevano utilizzato le sigarette elettroniche in precedenza. I volontari sono stati suddivisi in due gruppi: i primi sono stati invitati a utilizzare le e-cig con nicotina per 30 minuti il primo giorno e le sigarette elettroniche senza nicotina il secondo giorno, mentre l’altro gruppo ha fatto il contrario. Gli scienziati hanno quindi misurato la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e la rigidità arteriosa di tutti i soggetti subito dopo l’uso dell'e-cig e a distanza di due e quattro ore.

Al termine della sperimentazione, gli studiosi hanno osservato che nei 30 minuti successivi all’impiego del dispositivo contenente nicotina, si è verificato un significativo aumento della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca e della rigidità arteriosa dei partecipanti. Non sono stati riscontrati effetti dannosi, invece, nei volontari che avevano fumato le sigarette elettroniche senza nicotina. “I risultati sono preliminari, ma in questo studio abbiamo riscontrato un significativo aumento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa nei volontari che hanno utilizzato le sigarette elettroniche che contenevano la nicotina - afferma il dottor Lundbäck -. La rigidità arteriosa è aumentata di circa tre volte in coloro che sono stati esposti alla nicotina presente nelle sigarette elettroniche rispetto al gruppo che ha utilizzato le sigarette elettroniche senza nicotina”.

Secondo gli esperti, gli effetti negativi riscontrati sarebbero dovuti alla nicotina. “L'immediato aumento della rigidità arteriosa che abbiamo riscontrato probabilmente va attribuito alla nicotina - conclude Lundbäck -. L'incremento è stato temporaneo, ma gli stessi effetti temporanei sulla rigidità arteriosa sono stati dimostrati anche dopo l'uso delle sigarette tradizionali. Le sigarette elettroniche con nicotina potrebbero quindi produrre effetti permanenti sulla rigidità arteriosa a lungo termine”. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

La dieta mediterranea allunga la vita degli anziani

Perché riduce del 25% il rischio di morte per qualsiasi causa negli over-65

Corsi - Prevenzione a tavola

Le fragole contrastano le malattie infiammatorie croniche intestinali

Secondo studio possono essere utili contro morbo di Chron e colite ulcerosa

Ecco perché le cicerchie fanno bene

Proprietà e benefici delle cicerchie

Cicerchie: tra falsi miti e realtà

In passato ingiustamente demonizzate, oggi le cicerchie sono oggetto di riscoperta

Corsi - Prevenzione a tavola

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'