I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Funghi radioattivi, Asl Cuneo lancia l’allerta

Si tratta della Foliota grinzosa, ipercaptante di sostanze radioattive

Pubblicato il 07/09/2017 da Prevenzione a tavola

Attenzione ai funghi, alcuni potrebbero essere radioattivi. A sconsigliare il consumo di due specie è l'Asl Cuneo 1, spiegando che in questi giorni il Servizio Sian (Igiene degli alimenti e della nutrizione) aziendale ha ricevuto dal laboratorio dell'Arpa di Ivrea la comunicazione che una specie esaminata in spettrometria gamma, campionata nel Comune di Crodo, località Foppiano, è risultata avere livelli significativi di radioattività (Cs-137).

Si tratta della Foliota grinzosa, ipercaptante di sostanze radioattive: "Il Rozites caperatus (Foliota grinzosa) è un fungo commestibile che può peraltro essere confuso con alcune specie del genere Cortinarius, molto tossiche e pericolose - sottolinea Sebastiano Blancato, direttore del Sian dell'Asl Cn1 -. Di questa specie si conosce da tempo la caratteristica di fungo ipercaptante di sostanze radioattive, in particolare per il radiocesio, e pertanto ne è già consigliato un consumo molto contenuto. Sulla base dei dati ottenuti, pur non trattandosi di alimento centrale per la dieta tipo della popolazione, si ritiene di sconsigliarne il consumo".

"A titolo precauzionale - aggiunge Blancato - si include in tale misura anche lo Xerocomus badius (Boletus badius), altra specie notoriamente ipercaptante" che - precisano gli esperti del Sian cuneese - rientra fra le specie ammesse alla vendita, mentre il Rozites caperatus non rientra fra le specie presenti in questi elenchi, anche se la sua raccolta può essere praticata da cercatori hobbisti.

CHERNOBYL - Le condizioni climatiche di quest'anno, osserva ancora l'Asl Cn1, al momento non sono risultate molto favorevoli alla crescita dei funghi epigei (quelli che crescono nei boschi e nei prati). Questo potrebbe aver favorito la crescita di alcune specie meno esigenti, obiettivo dei cercatori hobbisti che in mancanza di specie ritenute più pregiate potrebbero ripiegare su specie commestibili come il Rozites o lo Xerocomus. La contaminazione radioattiva rinvenuta, in base a quanto comunicato dall'Arpa Piemonte - conclude l'azienda sanitaria - può senz'altro essere fatta risalire ancora all'evento di Chernobyl. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Ecco perché mangiare i fichi d’India

Un toccasana per il nostro organismo. Un trucco per sbucciarli e una ricetta gustosa

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

Corsi - Prevenzione a tavola

La dieta mediterranea allunga la vita degli anziani

Perché riduce del 25% il rischio di morte per qualsiasi causa negli over-65

Le fragole contrastano le malattie infiammatorie croniche intestinali

Secondo studio possono essere utili contro morbo di Chron e colite ulcerosa

Ecco perché le cicerchie fanno bene

Proprietà e benefici delle cicerchie

Corsi - Prevenzione a tavola

Cicerchie: tra falsi miti e realtà

In passato ingiustamente demonizzate, oggi le cicerchie sono oggetto di riscoperta

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo