I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Menopausa, contro l’osteoporosi un aiuto dall’alimentazione

Con l'ingresso in menopausa le donne diventano più esposte al rischio di osteoporosi

Pubblicato il 04/08/2017 da Prevenzione a tavola

Con l'ingresso in menopausa le donne diventano più esposte al rischio di osteoporosi. È la riduzione del livello di estrogeni dopo l'uscita dall'età fertile a spiegare la relazione diretta tra questa malattia e la menopausa. Con uno stile di vita adeguato, però, anche il rischio di osteoporosi può essere contenuto e una delle strategie più vantaggiose, a tal proposito, è l'alimentazione. Naturalmente prima si comincia a mangiare sano, meglio è.

LEGGI ANCHE: Menopausa precoce si tiene a bada con tofu, soia e pane nero

In generale, nel mondo, dopo i 50 anni, una donna su tre subirà una frattura da osteoporosi. Anche gli uomini non sono immuni, sebbene l'incidenza sia minore con un caso su cinque. L'osteoporosi è chiamata malattia silente dal momento che non ci si accorge di soffrirne se non alla prima frattura.

Calcio e vitamina D

Mantenere ossa forti però è possibile, senza aspettare l'arrivo della menopausa ma agendo sin dalla giovane età. La salute futura delle ossa dipende molto dalla quantità di calcio che si è depositato al loro interno prima dei 25 anni. E all'introito di calcio ci pensa la dieta. Ma questo minerale non è il solo a cui bisogna pensare per la prevenzione dell'osteoporosi: l'accoppiata vincente è calcio+vitamina D. Il calcio è il cemento del tessuto osseo mentre la vitamina D aiuta l'organismo ad assorbire il minerale.

Sin da giovani è utile includere nella propria dieta alimenti che siano fonte di calcio. Ad esempio il latte e i suoi derivati, come yogurt e formaggi, meglio se con un contenuto ridotto di grassi. Oltre a questi ci sono altri prodotti che contengono calcio: sardine e salmone tra il pesce, frutta secca come mandorle e noci brasiliane, frutta come arance, albicocche, e la famiglia delle crucifere tra le verdure, quindi broccoli, cavolo, broccoletti.

L'apporto di calcio dovrebbe essere continuo negli anni nonostante il fatto che la costruzione del tessuto osseo si completi in età giovanile. Così come regolare dev'essere l'esposizione al sole per poter sintetizzare la vitamina D per il corretto assorbimento del calcio. Naturalmente l'esposizione al sole dev'essere fatta con criterio, senza esagerare nei mesi estivi e con le dovute precauzioni. (FONTE)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Troppo sale, grassi e zuccheri nella carne ‘vegetale’

Una ricerca analizza hamburger, falafel, salsicce, polpette a base di tofu, soia e cereali. I risultati non sono entusiasmanti.

Queste bibite aumentano il rischio di morte

Studio condotto su dieci paesi relativo consumo di bibite, sia zuccherate sia con dolcificanti ipocalorici,

Mangi e non ingrassi? Ecco svelato il motivo

Un nuovo studio chiarisce ora il motivo di questa fortuna. E c'entrano le cellule adipose

Il vino rosso protegge l’intestino, combatte l’obesità e il colesterolo cattivo

Nuova ricerca rivela i benefici del vino rosso, basta anche un bicchiere ogni due settimane

Sindrome da rientro? Bastano 8 bicchieri d’acqua al giorno

Una corretta idratazione e una sana alimentazione garantiscono un ritorno più soft alla vita di tutti i giorni

Corsi - Prevenzione a tavola

Proteine vegetali per vivere più a lungo e in salute

Cala il rischio generale e quello per cause cardiovascolari, le conferme di un nuovo studio

Muore meno di malattie croniche chi mangia verdura, frutta e proteine vegetali

Questo dicono i risultati molto chiari di un nuovo studio

Due cibi potrebbero essere in grado di proteggere dalle demenze

La fosfatidilcolina potrebbe essere la sostanza protettiva contro l'Alzheimer e demenze

Corsi - Prevenzione a tavola

Come preparare il succo d’anguria in 1 minuto

Un'idea geniale e rinfrescante per questi giorni di caldo

Scottature al sole: i cibi che aumentano il rischio

Per proteggersi dalle scottature non basta mettere la crema, ma anche evitare alcuni alimenti

Alla scoperta della merendella, la deliziosa pesca calabrese

Incrocio tra pesca e mela, la merendella ha trovato in Calabria (e in alcune zone della Sicilia) il suo habitat naturale

Combattere il caldo con la giusta alimentazione

Alcuni cibi e abitudini possono aiutarci a sopportare meglio le alte temperature di questo periodo

Più tazzine di caffè non aumentano il rischio di cancro, ma cuore a rischio

E' quanto emerge da due studi vasti australiani

Ricotta di bufala: alimento anti-caldo, ricca di calcio e fosforo

Utile nel recupero dell'equilibrio energetico e per il reintegro dei sali minerali

Le bibite zuccherate potrebbero aumentare il rischio di cancro

Che fossero legate a diabete e obesità già lo si sapeva, ma adesso un motivo in più per non farne uso