I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Menopausa, contro l’osteoporosi un aiuto dall’alimentazione

Con l'ingresso in menopausa le donne diventano più esposte al rischio di osteoporosi

Pubblicato il 04/08/2017 da Prevenzione a tavola

Con l'ingresso in menopausa le donne diventano più esposte al rischio di osteoporosi. È la riduzione del livello di estrogeni dopo l'uscita dall'età fertile a spiegare la relazione diretta tra questa malattia e la menopausa. Con uno stile di vita adeguato, però, anche il rischio di osteoporosi può essere contenuto e una delle strategie più vantaggiose, a tal proposito, è l'alimentazione. Naturalmente prima si comincia a mangiare sano, meglio è.

LEGGI ANCHE: Menopausa precoce si tiene a bada con tofu, soia e pane nero

In generale, nel mondo, dopo i 50 anni, una donna su tre subirà una frattura da osteoporosi. Anche gli uomini non sono immuni, sebbene l'incidenza sia minore con un caso su cinque. L'osteoporosi è chiamata malattia silente dal momento che non ci si accorge di soffrirne se non alla prima frattura.

Calcio e vitamina D

Mantenere ossa forti però è possibile, senza aspettare l'arrivo della menopausa ma agendo sin dalla giovane età. La salute futura delle ossa dipende molto dalla quantità di calcio che si è depositato al loro interno prima dei 25 anni. E all'introito di calcio ci pensa la dieta. Ma questo minerale non è il solo a cui bisogna pensare per la prevenzione dell'osteoporosi: l'accoppiata vincente è calcio+vitamina D. Il calcio è il cemento del tessuto osseo mentre la vitamina D aiuta l'organismo ad assorbire il minerale.

Sin da giovani è utile includere nella propria dieta alimenti che siano fonte di calcio. Ad esempio il latte e i suoi derivati, come yogurt e formaggi, meglio se con un contenuto ridotto di grassi. Oltre a questi ci sono altri prodotti che contengono calcio: sardine e salmone tra il pesce, frutta secca come mandorle e noci brasiliane, frutta come arance, albicocche, e la famiglia delle crucifere tra le verdure, quindi broccoli, cavolo, broccoletti.

L'apporto di calcio dovrebbe essere continuo negli anni nonostante il fatto che la costruzione del tessuto osseo si completi in età giovanile. Così come regolare dev'essere l'esposizione al sole per poter sintetizzare la vitamina D per il corretto assorbimento del calcio. Naturalmente l'esposizione al sole dev'essere fatta con criterio, senza esagerare nei mesi estivi e con le dovute precauzioni. (FONTE)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande