I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il sonnellino dura più di un’ora? Rischi il diabete di tipo 2

Studio giapponese presentato a Monaco, ma esperti Gb lo confutano

Pubblicato il 19/07/2017 da

Fare un sonnellino che duri più di un’ora potrebbe essere un sintomo del diabete di tipo 2, oppure una conseguenza. La prima delle due teorie, quella del sintomo, è stata avanzata da un gruppo di ricercatori giapponesi dell’Università di Tokyo che ha presentato lo studio nel corso della riunione dell’Associazione europea per lo studio del diabete che si svolge a Monaco.

LEGGI ANCHE: L’alimento che previene diabete e cancro

I ricercatori nipponici che hanno analizzato e osservato più di 300mila persone non hanno ancora realizzato trial medici,ma la ricerca ha rilevato che esiste un collegamento tra i pisolini diurni prolungati e l’aumento del 45% del rischio di diabete 2, rispetto a chi non fa neanche un sonnellino. Il collegamento sparisce se il riposino dura meno di 40 minuti al giorno.

Secondo esperti britannici, che hanno criticato le conclusioni che non danno una certezza della causa-effetto, dormire per più di un’ora durante il giorno può essere una conseguenza di un diabete non diagnosticato. Per Naveed Sattar, professore di medicina metabolica all’Università di Glasgow, non ci sono abbastanza prove che i disturbi del sonno siano legati al diabete.

“Potrebbe sembrare, in maniera falsata, che la loro malattia sia stata causata dall’aumento dei pisolini, piuttosto che da altri elementi – ha spiegato dal canto suo un ricercatore dell’Università di Oxford Benjamin Cairns – potrebbe significare che i pisolini causino il diabete o altri disturbi quando potrebbe essere vero soltanto il contrario”.

I ricercatori che criticano lo studio, ancora da pubblicare, ritengono che i pisolini prolungati possano essere il risultato di un sonno notturno disturbato, forse dall’apnea. Questi disordini del sonno possono aumentare il rischio di infarto, ictus, problemi cardiovascolari e altri disturbi metabolici come il diabete di tipo 2.

E ancora, la mancanza di sonno, causata anche dal lavoro, dalla vita sociale, possono portare a un aumento dell’appetito e quindi al rischio di diabete 2. Ma è anche possibile che coloro che sono meno in salute o nella prima fase del diabete possano dormire di più di giorno. Al contrario pisolini brevi possono migliorare la reattività e le capacità motorie. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola” a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pesche all’aroma di lavanda

Luglio ormai è arrivato e ci concediamo una ricetta fresca e nutriente, perfetta per la stagione estiva

Borragine in crosta

Una ricetta molto stuzzicante, squisita ma anche semplicissima da preparare

Portulaca, la pianta infestante ottima per la salute (e una ricetta)

Gli usi nella medicina tradizionale sono noti sin dall'antichità, vi proponiamo una ricetta sfiziosa e veloce per riscoprirne tutti i benefici

Risotto ai sapori di bosco con porcini e mirtilli

Dalle bontà dell'orto e del bosco, un risotto originale e squisito ispirato a un'antica ricetta, preparato a partire da riso integrale già cotto

Insalata di lenticchie con salsa al profumo di menta

Comoda anche da portare a lavoro, proponiamo una freschissima insalata di lenticchie con asparagi in salsa preparata con la menta

Corsi - Prevenzione a tavola

Amarene, visciole e marasche: sicuri di conoscere queste varietà?

Il ciliegio acido si distingue in diverse categorie: le amarene, le visciole e le marasche.

Insalata di barbabietola con granola di noci

Come preparare una deliziosa insalata a base di barbabietola con funghi in salsa agro e granola di noci

8 buoni motivi per mangiare le albicocche

Proteggono gli occhi, la regolarità intestinale, contrastano i sintomi della menopausa e riducono la glicemia: ecco perché le albicocche fanno così bene

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake senza glutine con giuggiole

Una ricetta squisita, facilissima e naturalmente dolce

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

Ciliegie, il regalo di fine primavera (e una ricetta)

Da metà maggio la natura ci regala le ciliegie, un frutto ricco di vitamine e sali minerali, ma povero di calorie: uno spuntino perfetto

La ricetta dei Pisarei e fasò

Oggi impariamo a preparare i pisarei, classici gnocchetti di farina e pan grattato della provincia di Piacenza conditi con fagioli borlotti e pomodoro

I cibi che proteggono occhi e vista

La salute degli occhi e il corretto funzionamento della vista passano anche dalla tavola. Ecco i cibi che contrastano o prevengono malattie degenerative oculari, come glaucoma e cataratta)

Crostata con kanten alle ciliegie

Oggi prepariamo una torta squisita, con la base della crostata e la parte superiore di kanten di ciliegie