I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ministero Salute, anomalie su 1% cibi e bevande controllate

Dati 2016, infrazioni sul 25% di impianti e mezzi di trasporto

Pubblicato il 18/07/2017 da Prevenzione a tavola

Sono state quasi 99mila le analisi effettuate in Italia nel 2016 su campioni di alimenti e bevande, con anomalie riscontrate in circa l'1% dei casi, ovvero 931. Circa 275mila sono state invece le ispezioni condotte dalle Asl su impianti e mezzi di trasporto di bevande e cibi, che hanno portato a individuare 54 mila infrazioni, ovvero il 20%, un caso su 5. Sono questi alcuni dei numeri della relazione annuale 2016 del Piano nazionale integrato (Pni) per la sicurezza alimentare e la lotta alle frodi, pubblicata sul sito del Ministero della Salute. I controlli previsti dal Piano, condotti lungo l'intera filiera produttiva soprattutto su carni, pesci, latticini e olio d'oliva, hanno portato a far emergere frodi, alterazioni microbiologiche, residui di farmaci.

Oltre che i Servizi igiene degli alimenti ed i Servizi veterinari dei Dipartimenti di prevenzione delle ASL, hanno visto protagonisti anche i Carabinieri per la Tutela della Salute-NAS, che nel 2016 hanno eseguito 33.482 controlli con 11.144 irregolarità. Le Capitanerie di Porto, invece, hanno effettuato 25.187 controlli nella filiera dei prodotti ittici, rilevando 2.618 illeciti.

I Carabinieri per le Politiche Agricole e Alimentari hanno controllato 739 aziende agroalimentari e sequestrato 803mila chili di prodotti. I reati accertati nel 2016 dal Corpo Forestale dello Stato sono stati 165. Mentre la Guardia di Finanza ha sequestrato oltre 215 tonnellate e 336mila litri di alimenti o bevande oggetto di frode o sofisticazione. L'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha effettuato 19.348 controlli su prodotti d'importazione e dall'analisi di 24.323 campioni ha riscontrato 411 difformità. (ANSA).

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?