I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Masturbarsi 21 volte al mese riduce il rischio di cancro alla prostata

La ricerca di un team di medici dell’Università di Boston

Pubblicato il 13/07/2017 da Prevenzione a tavola

Per la prevenzione del cancro alla prostata è necessario fare sesso (o masturbarsi) almeno 21 volte al mese: a dirlo è, per la prima volta, un team di medici dell’Università di Boston, coordinati dal professore Edward Giovannucci, docente di Medicina presso il Dipartimento di Nutrizione ed Epidemiologia dell’ateneo, secondo il quale masturbarsi 21 volte al mese ridurrebbe fino ad un terzo la possibilità di sviluppare il cancro alla prostata, molto diffuso tra gli uomini di tutto il mondo. Un risultato a cui si è giunti grazie ad anni di studi ed esperimenti e che è stato reso noto solo adesso.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO DELL'UROLOGO CHE SPIEGA I SINTOMI 

Masturbarsi fa bene alla salute, lo dice uno studio americano

Nello specifico, dal 1992 al 2010 è stato chiesto ai partecipanti di dichiarare quante volte avessero eiaculato mensilmente in tre fasi distinte della loro vita. Si è capito, dunque, che fare sesso o semplicemente masturbarsi almeno 21 volte al mese si è rivelato un vero e proprio toccasana per gli uomini, riducendo di fatto il rischio del cancro alla prostata.

LEGGI ANCHE: Svolta nella terapia per cancro prostata

Non è ancora chiara, però, la correlazione tra eiaculazione e abbassamento del rischio di sviluppo dal cancro: eppure sembrerebbe che masturbarsi limiterebbe la cosiddetta “stagnazione prostatica” consentendo di espellere più facilmente alcune sostanze cancerogene come il fumo. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

La dieta mediterranea allunga la vita degli anziani

Perché riduce del 25% il rischio di morte per qualsiasi causa negli over-65

Corsi - Prevenzione a tavola

Le fragole contrastano le malattie infiammatorie croniche intestinali

Secondo studio possono essere utili contro morbo di Chron e colite ulcerosa

Ecco perché le cicerchie fanno bene

Proprietà e benefici delle cicerchie

Cicerchie: tra falsi miti e realtà

In passato ingiustamente demonizzate, oggi le cicerchie sono oggetto di riscoperta

Corsi - Prevenzione a tavola

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'