I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Esercizio fisico, se è eccessivo l’intestino è a rischio?

Esagerare con l'attività fisica potrebbe favorire la comparsa di disturbi gastrointestinali acuti o cronici

Pubblicato il 10/07/2017 da Prevenzione a tavola

Esagerare con l'attività fisica potrebbe favorire la comparsa di disturbi gastrointestinali acuti o cronici. È la conclusione di uno studio realizzato da ricercatori provenienti da alcuni istituti australiani tra cui la Monash University e pubblicato sulla rivista scientifica Alimentary Pharmacology & Therapeutics.

La ricerca ha revisionato gli studi realizzati sull'associazione tra esercizio fisico e conseguenze a livello gastrointestinale. È emerso che un esercizio più intenso e duraturo aumenterebbe in modo proporzionale il rischio di pregiudicare la funzione gastrointestinale e di danneggiare l'intestino. In particolare le cellule dell'intestino potrebbero danneggiarsi e le sue pareti potrebbero diventare non impermeabili permettendo alle endotossine patogenetiche normalmente presenti ma isolate nell'intestino, di passare nel circolo sanguigno.

I ricercatori parlano di “sindrome gastrointestinale indotta dall'esercizio” che potrebbe portare a complicazioni croniche o acute per la salute.

Nello studio è stata individuata una soglia critica associata al rischio di insorgenza di disturbi gastrointestinali, indipendentemente dallo stato di allenamento individuale. È lo stress indotto dall'esercizio fisico della durata di almeno due ore al 60% del Massimo Consumo di Ossigeno (un parametro che misura il quantitativo massimo di ossigeno che un individuo può utilizzare durante uno sforzo fisico intenso). Correre o esercitarsi in ambienti con alte temperature sembra peggiorare inoltre i sintomi gastrointestinali.

La revisione ha visto, infine, come i pazienti con sindrome dell'intestino irritabile o malattia infiammatoria cronica intestinale potrebbero ottenere dei benefici da una forma di attività fisica a intensità bassa/moderata mentre non è stato valutato l'effetto dell'esercizio fisico intenso. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali