I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Esercizio fisico, se è eccessivo l’intestino è a rischio?

Esagerare con l'attività fisica potrebbe favorire la comparsa di disturbi gastrointestinali acuti o cronici

Pubblicato il 10/07/2017 da Prevenzione a tavola

Esagerare con l'attività fisica potrebbe favorire la comparsa di disturbi gastrointestinali acuti o cronici. È la conclusione di uno studio realizzato da ricercatori provenienti da alcuni istituti australiani tra cui la Monash University e pubblicato sulla rivista scientifica Alimentary Pharmacology & Therapeutics.

La ricerca ha revisionato gli studi realizzati sull'associazione tra esercizio fisico e conseguenze a livello gastrointestinale. È emerso che un esercizio più intenso e duraturo aumenterebbe in modo proporzionale il rischio di pregiudicare la funzione gastrointestinale e di danneggiare l'intestino. In particolare le cellule dell'intestino potrebbero danneggiarsi e le sue pareti potrebbero diventare non impermeabili permettendo alle endotossine patogenetiche normalmente presenti ma isolate nell'intestino, di passare nel circolo sanguigno.

I ricercatori parlano di “sindrome gastrointestinale indotta dall'esercizio” che potrebbe portare a complicazioni croniche o acute per la salute.

Nello studio è stata individuata una soglia critica associata al rischio di insorgenza di disturbi gastrointestinali, indipendentemente dallo stato di allenamento individuale. È lo stress indotto dall'esercizio fisico della durata di almeno due ore al 60% del Massimo Consumo di Ossigeno (un parametro che misura il quantitativo massimo di ossigeno che un individuo può utilizzare durante uno sforzo fisico intenso). Correre o esercitarsi in ambienti con alte temperature sembra peggiorare inoltre i sintomi gastrointestinali.

La revisione ha visto, infine, come i pazienti con sindrome dell'intestino irritabile o malattia infiammatoria cronica intestinale potrebbero ottenere dei benefici da una forma di attività fisica a intensità bassa/moderata mentre non è stato valutato l'effetto dell'esercizio fisico intenso. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta