I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tonno ritirato per eccesso di istamina: cosa fare

Si tratta di un lotto di Filone tonno pinne gialle qualità extra

Pubblicato il 06/07/2017 da Prevenzione a tavola

In data 4 luglio il Ministero della Salute ha ufficialmente previsto il richiamo di un lotto di tonno che potrebbe mettere a rischio la salute dei consumatori. Si tratta di un lotto di Filone tonno pinne gialle qualità extra taglio misto prodotto dall’azienda spagnola Trivaris S.L. e che in base ai controlli presenterebbe un eccesso di istamina. Il lotto in questione è il numero T154-17 con scadenza 01/11/18, codice produttore ES 12.20168/MU CE.

Chiunque fosse in possesso di una confezione di tonno appartenente al lotto indicato, non deve consumare l’alimento e devo inviare una segnalazione presso il punto vendita, dove eventualmente si potrebbe ricevere anche un rimborso per la somma spesa. L’eccesso di istamina– superiore ai livelli consentiti per legge – potrebbe infatti provocare i classici sintomi di una sindrome sgombroide.

La sindrome sgombroide, che nella maggior parte dei casi si risolve da sola e non richiede intervento medico, si presenta in genere attraverso i seguenti sintomi: nausea, diarrea, difficoltà a deglutire, mal di testa, arrossamenti, prurito. I sintomi possono comparire nell’immediato o entro due ore dalla consumazione dell’alimento. Nella maggior parte dei casi si può ricorrere all’assunzione di cortisone o altri farmaci sintomatici.

Qui il comunicato ufficiale diramato dal Ministero della Salute in merito al lotto di tonno richiamato dal mercato. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta