I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Fuoco di S.Antonio: +60% rischio cuore e ictus

Uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology.

Pubblicato il 06/07/2017 da Prevenzione a tavola

L’Herpes Zoster, comunemente chiamato fuoco di Sant’Antonio, potrebbe aumentare di circa il 60% il rischio di un attacco cardiaco e del 35% quello di ictus. A porre l’attenzione sui rischi dell’Herpes Zoster è uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology.

La ricerca L’Herpes Zoster è una malattia causata dal virus Varicella Zoster. Una volta guariti dalla varicella, il virus non viene distrutto dall’organismo bensì resta latente ma suscettibile a riattivarsi in caso di abbassamento delle difese immunitarie. I ricercatori della Corea del Sud hanno seguito, dal 2003 al 2013, 23.233 casi di pazienti con Herpes Zoster. Messi a confronto con altrettante persone che non ne aveva sofferto, si è visto che i primi vedevano aumentare del 35% la probabilità di ictus e del 59% quella di attacco cardiaco.

LEGGI ANCHE: La curcuma nuovo alleato contro Alzheimer e ictus

Il rischio era maggiore nel primo anno dopo l’insorgenza dell’herpes e diminuiva nel tempo. Inoltre erano più probabili che i pazienti a rischio fossero di sesso femminile e presentavano fattori di rischio comuni per queste patologie, come ipertensione, diabete e colesterolo alto, nonostante il fatto che, proprio in questo gruppo, si riscontrasse meno sedentarietà, meno probabilità di fumare e assumere alcol: tutti fattori che dovrebbero invece diminuire il rischio di malattie cardiovascolari.

“Questi risultati richiedono un ulteriore studio sul meccanismo alla base dell’associazione, ma è importante intanto che i medici che trattano questi pazienti li rendano consapevoli del rischio aumentato”, ha commentato Sung-Han Kim, del Dipartimento delle Malattie Infettive presso l’Asan Medical Center di Seoul e uno degli autori dello studio. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Riso integrale al pesto di fave con profumo di menta

Oggi voglio condividere con voi questa ricetta semplice, veloce, sfiziosa

Miele di corbezzolo, nuova arma contro il tumore

Bloccherebbe la crescita delle cellule del tumore al colon

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

Corsi - Prevenzione a tavola

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Corsi - Prevenzione a tavola

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati