I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Usa, allarme ‘pillole alla placenta’ dopo infezione bebè

Finito due volte in ospedale per streptococco del gruppo B

Pubblicato il 03/07/2017 da

E’ allarme negli Stati Uniti per la moda di mangiare la placenta umana essiccata in pillole. Un fenomeno “in crescita” fra le mamme – promosso anche da celebrity come Kim Kardashian e Alicia Silverstone – che sembra aver causato una ripetuta infezione da streptococco del gruppo B in un bebè: la vicenda, descritta sul ‘Morbidity and Mortality Weekly Report’ dei Centers for Disease Control and Prevention (Usa), rimbalza sulla Cnn.

Il piccolo era nato lo scorso autunno e poco dopo è stata rilevata l’infezione da streptococco B, che può causare gravi problemi nei neonati, incluse sepsi, polmonite e meningite. Normalmente, quando un bimbo tanto piccolo contrae l’infezione, questa viene trasmessa dalla mamma durante il parto. Il bebè è stato trattato e poi dimesso. Ma dopo appena 5 giorni il piccolo è stato ricoverato in un altro ospedale: i test hanno rivelato una nuova infezione da streptococco di gruppo B. E questo benché le infezioni ricorrenti siano insolite, spiega Genevieve Buser, primo autore del report e specialista in malattie infettive di Portland, fra i medici dell’équipe che ha curato il bimbo. I sanitari hanno testato il latte materno, che si è rivelato negativo. “Eravamo preoccupati, volevamo capire perché questo neonato aveva avuto due infezioni di fila”, racconta Buser.

I sospetti dei medici si sono concentrati quindi sulla placenta. La mamma la stava assumendo a un ritmo di due pillole tre volte al giorno. “Quando abbiamo scoperto che la placenta era stata incapsulata, abbiamo chiesto di testare la sostanza essiccata nelle capsule: questa si è rivelata positiva per streptococco del gruppo B”, spiega Buser. Quando i medici hanno inviato le capsule di placenta con due campioni prelevati al bimbo ai Cdc per i test, si è visto che i tre campioni erano identici. Questo ha portato i medici a pensare che le pillole di placenta erano probabilmente responsabili dell’infezione, anche se non possono escludere definitivamente che la trasmissione sia avvenuta attraverso un altro membro della famiglia del bebè. In questo caso inoltre, si legge sulla Cnn, non è stata identificata l’azienda che ha preparato le pillole.

Cdc ipotizzano che nella vicenda in questione la placenta non sia stata cotta a temperature sufficientemente elevate per uccidere i batteri scoperti poi nelle pillole. Il report conclude che “l’ingestione di capsule di placenta dovrebbe essere evitata”, e che le mamme dovrebbero essere consapevoli dei potenziali rischi. “Quello che possiamo dire è che vogliamo che madri e medici siano consapevoli che si tratta di un potenziale rischio di infezione”, che in qualche modo potrebbe essere trasmessa al piccolo, concludono gli autori. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che fanno invecchiare

Conoscere per evitare i cibi che causano l'invecchiamento del nostro organismo

La salute dei capelli passa dall’alimentazione

Anche la nostra dieta mediterranea ci può aiutare a mantenere e a riportare la salute nei nostri capelli

Riso con mandorle e friggitelli

Una ricetta sfiziosa e inusuale per sorprendere i vostri ospiti e deliziare il palato

Tortine di farro con marmellata al limone

La ricetta di oggi è perfetta sia per fare una colazione nutriente e golosa, sia per godersi una merenda squisita. Ecco cosa vi serve per prepararla e il procedimento

Come scegliere un dolcificante: tradizione o formule chimiche?

Eritritolo o malto? Ecco qualche strumento in più che ci possa guidare nella scelta del dolcificante più sano.

Corsi - Prevenzione a tavola

Estate, l’alimentazione corretta

Per tenere sotto controllo il caldo, per idratarsi correttamente e rinfrescarsi attraverso le scelte alimentari più corrette

Anguria beach, un fresco aperitivo

Concediamoci un po' di relax con un aperitivo estivo a base di anguria

Umeboshi: cos’è, benefici e ricette

Alla scoperta dell'Umeboshi, la prugna essiccata dalle meravigliose proprietà terapeutiche

Corsi - Prevenzione a tavola

Salsa verde all’acetosella

Anche se non conoscevo proprio questa pianta, nella mia ricerca di ricette tradizionali sono incappata in questa ricetta sfiziosa e semplicissima

Il Corso Base si arricchisce di un nuovo capitolo e due ricettari

La nostra scuola cerca di dare il meglio ogni giorno di più, per questo ci sembrava giusto fornire ulteriori strumenti di apprendimento e comprensione ai nostri allievi che vogliono cambiare la propria alimentazione

Stroncatura, l’antica ricetta calabrese

Oggi andiamo in Calabria per un primo che dentro contiene il sapore del mare e del grano, dei mercanti e dei contadini: la stroncatura è un piatto veloce che si prepara con pochissimi ingredienti

Menopausa, l’alimentazione che ne allevia i sintomi

Consigli alimentari e pratici per vivere la menopausa come un'opportunità e non come un disturbo

Migliaccio, una ricetta antica dal sapore unico

Ecco la mia ricetta del migliaccio, un dolce a base di miglio e guarnito con la composta di albicocche

Combattere il caldo con la giusta alimentazione

Alcuni cibi e abitudini possono aiutarci a sopportare meglio le alte temperature di questo periodo

Treccine di mais senza glutine

Queste treccine si preparano in pochi minuti e si accompagnano benissimo ad una tazza di tè o un bicchiere di succo di frutta naturale