I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

In 5 anni dimezzati antibiotici in allevamenti pollame

Unaitalia, risultati piano volontario,lotta a fake news su carni

Pubblicato il 27/06/2017 da Prevenzione a tavola

In cinque anni il settore avicolo italiano ha dimezzato l'uso dei farmaci negli allevamenti. E' quanto emerso in occasione dell'assemblea nazionale di Unaitalia- Unione nazionale filiere agroalimentari delle carni e delle uova che dal 2013 ha attivato, di concerto con il Ministero della Salute, un piano volontario su base nazionale per razionalizzare l'uso di antibiotici negli allevamenti di pollame. Per l'anno 2017 - ha annunciato l'Associazione - il Piano rilancia l'impegno nella riduzione delle molecole critiche per la salute umana: infatti, dopo l'abbandono delle cefalosporine di 3° e 4° generazione a partire dal 2009, oltre alle altre cefalosporine tradizionali, l'obiettivo è bandire l'uso della colistina nel pollo da carne.

LEGGI ANCHE: Pollo agli antibiotici, il rischio è alto

"L'azione di riduzione - spiega il presidente di Unaitalia Aldo Muraro - è solo uno degli impegni che il settore sta portando avanti nell'ambito di un processo di valorizzazione dell'intera filiera". Unaitalia ha rilevato come nonostante il pollo e il tacchino siano alimenti molto amanti dagli italiani, con consumi in costante crescita (+38% negli ultimi dieci anni) persistono sul settore i falsi miti. Per esempio il 74% degli italiani pensa che gli antibiotici siano utilizzati negli allevamenti per favorire la crescita, mentre è una pratica vietata in Europa dal 2006. Inoltre nel pollo a tavola non ci sono mai residui di antibiotici perché negli allevamenti italiani si rispetta il "periodo di sospensione", cioè il tempo necessario per smaltire il farmaco prima che il pollo venga avviato al consumo.

Unaitalia ha anche annunciato di aver promosso un Protocollo d'intesa al vaglio dei ministeri delle politiche agricole e della Salute per riunire la filiera al fine di migliorare gli standard di allevamento, accrescere il benessere animale, favorire l'accesso ai fondi per l'ammodernamento delle strutture produttive e contrastare le 'fake news' sulle carni bianche. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60

Soia ai bambini: sì o no?

Esisterebbe un rischio nel consumo abbondante e prolungato di prodotti di soia: i fitoestrogeni

Il latte vegetale più equilibrato è quello di soia

Studio ha analizzato latte di mandorla, soia, riso e cocco

Curcuma, la spezia che migliora la memoria e l’umore

Potrebbe contrastare anche l'Alzheimer. Ecco qualche ricetta per utilizzarla in cucina

Il miglior farmaco naturale si chiama melagrana

I suoi principi attivi sono utili nella prevenzione e nel trattamento di moltissime patologie

Ecco cosa succede al nostro corpo quando mangiamo cibo da fast food

I risultati di uno studio dell'Università di Bonn

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.