I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

In 5 anni dimezzati antibiotici in allevamenti pollame

Unaitalia, risultati piano volontario,lotta a fake news su carni

Pubblicato il 27/06/2017 da Prevenzione a tavola

In cinque anni il settore avicolo italiano ha dimezzato l'uso dei farmaci negli allevamenti. E' quanto emerso in occasione dell'assemblea nazionale di Unaitalia- Unione nazionale filiere agroalimentari delle carni e delle uova che dal 2013 ha attivato, di concerto con il Ministero della Salute, un piano volontario su base nazionale per razionalizzare l'uso di antibiotici negli allevamenti di pollame. Per l'anno 2017 - ha annunciato l'Associazione - il Piano rilancia l'impegno nella riduzione delle molecole critiche per la salute umana: infatti, dopo l'abbandono delle cefalosporine di 3° e 4° generazione a partire dal 2009, oltre alle altre cefalosporine tradizionali, l'obiettivo è bandire l'uso della colistina nel pollo da carne.

LEGGI ANCHE: Pollo agli antibiotici, il rischio è alto

"L'azione di riduzione - spiega il presidente di Unaitalia Aldo Muraro - è solo uno degli impegni che il settore sta portando avanti nell'ambito di un processo di valorizzazione dell'intera filiera". Unaitalia ha rilevato come nonostante il pollo e il tacchino siano alimenti molto amanti dagli italiani, con consumi in costante crescita (+38% negli ultimi dieci anni) persistono sul settore i falsi miti. Per esempio il 74% degli italiani pensa che gli antibiotici siano utilizzati negli allevamenti per favorire la crescita, mentre è una pratica vietata in Europa dal 2006. Inoltre nel pollo a tavola non ci sono mai residui di antibiotici perché negli allevamenti italiani si rispetta il "periodo di sospensione", cioè il tempo necessario per smaltire il farmaco prima che il pollo venga avviato al consumo.

Unaitalia ha anche annunciato di aver promosso un Protocollo d'intesa al vaglio dei ministeri delle politiche agricole e della Salute per riunire la filiera al fine di migliorare gli standard di allevamento, accrescere il benessere animale, favorire l'accesso ai fondi per l'ammodernamento delle strutture produttive e contrastare le 'fake news' sulle carni bianche. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

La dieta mediterranea allunga la vita degli anziani

Perché riduce del 25% il rischio di morte per qualsiasi causa negli over-65

Corsi - Prevenzione a tavola

Le fragole contrastano le malattie infiammatorie croniche intestinali

Secondo studio possono essere utili contro morbo di Chron e colite ulcerosa

Ecco perché le cicerchie fanno bene

Proprietà e benefici delle cicerchie

Cicerchie: tra falsi miti e realtà

In passato ingiustamente demonizzate, oggi le cicerchie sono oggetto di riscoperta

Corsi - Prevenzione a tavola

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'