I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

In 5 anni dimezzati antibiotici in allevamenti pollame

Unaitalia, risultati piano volontario,lotta a fake news su carni

Pubblicato il 27/06/2017 da Prevenzione a tavola

In cinque anni il settore avicolo italiano ha dimezzato l'uso dei farmaci negli allevamenti. E' quanto emerso in occasione dell'assemblea nazionale di Unaitalia- Unione nazionale filiere agroalimentari delle carni e delle uova che dal 2013 ha attivato, di concerto con il Ministero della Salute, un piano volontario su base nazionale per razionalizzare l'uso di antibiotici negli allevamenti di pollame. Per l'anno 2017 - ha annunciato l'Associazione - il Piano rilancia l'impegno nella riduzione delle molecole critiche per la salute umana: infatti, dopo l'abbandono delle cefalosporine di 3° e 4° generazione a partire dal 2009, oltre alle altre cefalosporine tradizionali, l'obiettivo è bandire l'uso della colistina nel pollo da carne.

LEGGI ANCHE: Pollo agli antibiotici, il rischio è alto

"L'azione di riduzione - spiega il presidente di Unaitalia Aldo Muraro - è solo uno degli impegni che il settore sta portando avanti nell'ambito di un processo di valorizzazione dell'intera filiera". Unaitalia ha rilevato come nonostante il pollo e il tacchino siano alimenti molto amanti dagli italiani, con consumi in costante crescita (+38% negli ultimi dieci anni) persistono sul settore i falsi miti. Per esempio il 74% degli italiani pensa che gli antibiotici siano utilizzati negli allevamenti per favorire la crescita, mentre è una pratica vietata in Europa dal 2006. Inoltre nel pollo a tavola non ci sono mai residui di antibiotici perché negli allevamenti italiani si rispetta il "periodo di sospensione", cioè il tempo necessario per smaltire il farmaco prima che il pollo venga avviato al consumo.

Unaitalia ha anche annunciato di aver promosso un Protocollo d'intesa al vaglio dei ministeri delle politiche agricole e della Salute per riunire la filiera al fine di migliorare gli standard di allevamento, accrescere il benessere animale, favorire l'accesso ai fondi per l'ammodernamento delle strutture produttive e contrastare le 'fake news' sulle carni bianche. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti