I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come sbiancare il bucato con l’aspirina

Un metodo semplice ed efficace

Pubblicato il 26/06/2017 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Fare un bucato perfettamente bianco e privo di macchie non è un'impresa così semplice. A volte ci sono macchie ostinate che non riusciamo a far sparire, ma sul sito rimedio-naturale.it troviamo un rimedio che può fare al caso nostro.

In pochi sanno che uno dei migliori metodi per sbiancare il bucato è quasi sicuramente nel nostro kit di medicine. L’aspirina è molto efficace per sbiancare il bucato, se aggiunto ai cicli di lavaggio in lavatrice seguendo le istruzioni che dettagliamo di seguito.

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Far sciogliere qualche compressa di aspirina in circa 7 litri d’acqua calda, nella quale metteremo il nostro bucato bianco ammollo per 8 ore, o durante tutta la notte. Assicurati che il bucato sia completamente immerso nell’acqua. In alternativa, puoi aggiungere le compresse direttamente al ciclio di lavaggio della lavatrice, anche se questo secondo metodo è meno efficace.

Dopo 8 ore risciacqua il bucato per rimuovere le tracce di aspirina, oppure mettilo in lavatrice. L’aspirina è ottima per sbiancare ed eliminare le macchie.

LEGGI ANCHE: Il segreto della pallina di alluminio nella lavatrice

Se si tratta di macchie di sangue bastano 2 ore ammollo in acqua e bicarbonato per eliminarle. Tuttavia, ricorda di non usare acqua calda per eliminare le macchie di sangue: le proteine presenti in esso faranno sì che le macchie siano ancora più difficili da rimuovere.

L’aspirina contiene un acido che ha grandi effetti sul nostro bucato. Prova ad applicare i metodi descritti sopra, i risultati saranno molto soddisfacenti e ti permetteranno di evitare di acquistare prodotti commerciali spesso molto costosi.



banner basso postfucina







  • Segui TV:


NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali