I dolcificanti aumentano il rischio di diabete

Arriva una nuova ricerca che conferma i danni che può produrre al nostro corpo l’assunzione dei dolcificanti, soprattutto quelli a base di aspartame, usati spesso al posto dello zucchero, specie quando si sta seguendo una dieta dimagrante. Lo studio, pubblicato sulla rivista Applied Physiology, Nutrition and Metabolism, è stato condotto dell’Università di Toronto. Secondo i ricercatori canadesi l’uso di dolcificanti aumenta il rischio di ammalarsi di diabete. Cosa succede infatti al nostro corpo quando assumiamo aspartame? Lo studio dimostra come i dolcificanti portino a un cambiamento nei batteri intestinali. Questo può predisporre a un’intolleranza al glucosio, che può sviluppare il diabete.

LEGGI ANCHE: Diabete, dai broccoli una sostanza utile per il controllo della glicemia?

Gli studiosi hanno esaminato i dati relativi a 2.856 adulti, nell’ambito del Third National Health and Nutrition Survey, una delle più imponenti ricerche sulla salute condotta negli Stati Uniti. Tutti i partecipanti hanno spiegato nei dettagli la dieta che avevano seguito nelle precedenti 24 ore. A seconda delle loro risposte sono stati classificati in due gruppi: comeconsumatori di dolcificanti artificiali (aspartame o saccarina), o consumatori di alte o basse dosi di zuccheri naturali (zucchero o fruttosio).

I risultati? Lo studio ha evidenziato che i batteri dell’intestino sono in grado di ‘scomporre’ i dolcificanti artificiali, portando anche a una modifica della flora intestinale oltre che a unamaggiore intolleranza al glucosio, che può aprire le porte al diabete.

Del resto già una precedente ricerca israeliana, pubblicata su Nature, aveva dimostrato che l’effetto della saccarina, ma anche di bibite, merendine o chewing-gum dichiaratamente sugar-free, è di alterare la tolleranza al glucosio, contrariamente a quanto finora ritenuto, e predisporre di conseguenza a maggiore rischio di diabete e obesità.

La controtendenza nasce dai risultati ottenuti al Weizmann Institute of Science di Israele, su topi da laboratorio a cui è è stata somministrata una bevanda zuccherata artificialmente (con saccarina, sucralosio o aspartame aggiunte insieme a glucosio) per quasi tre mesi. Il regolare consumo di dolcificanti ha condotto a un aumentato livello di glucosio nel sangue, a differenza di quanto è stato osservato nel campione di controllo che aveva bevuto solo acqua oppure acqua e zucchero durante l’esperimento.

Ora gli stessi risultati sono stati ottenuti anche con la sperimentazione sugli uomini. (Fonte)

Condividi il post

Tortine di farro con marmellata al limone

Le Tortine di farro con marmellata al limone che vi…

Diverticoli e diverticolite: cosa mangiare e da cosa tenersi lontani

Con l’aumentare dell’età, purtroppo, spesso aumentano anche i fastidi con…

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa, grazie alle proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Tieniti in-forma(to)

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

Connettiti con noi sui social

Leggi le ultime su

Goditi i video su

© Prevenzione a tavola - Partita Iva: 02739610992 - REA: 507759



I nostri corsi sono validati da: