I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tumore prostata, verso una nuova terapia di precisione con la biopsia liquida

Merito dei ricercatori dell'Institute of Cancer Research di Londra (Regno Unito)

Pubblicato il 20/06/2017 da Prevenzione a tavola

Una nuova biopsia liquida, con triplice beneficio, potrebbe portare a un trattamento innovativo per il tumore della prostata avanzato. Dei ricercatori dell'Institute of Cancer Research di Londra (Regno Unito) hanno messo a punto un esame del sangue in grado di individuare i pazienti con maggiori probabilità di rispondere all'azione di un farmaco che ha come bersaglio particolari variazioni genetiche del tumore.

Il test, oltre a questo, permetterebbe anche di capire se la terapia sta funzionando o meno e di monitorare lo sviluppo della resistenza a questi farmaci da parte del carcinoma. I ricercatori hanno condotto il test su 49 pazienti. Il farmaco impiegato è in grado di eliminare le cellule tumorali che contengono degli errori in alcuni geni coinvolti nella riparazione del DNA, come il BRCA 1 e il BRCA 2. Per alcuni pazienti la terapia è efficace per anni, per altri, invece, il trattamento o fallisce subito o deve “scontrarsi” con la resistenza sviluppata dal tumore.

Guardando al DNA tumorale nel sangue, i ricercatori hanno visto che i pazienti che rispondevano alla terapia presentavano un calo dei suoi livelli di circa il 50%; mentre questi aumentavano di circa il 2% nei pazienti refrattari. A questi effetti era associata anche una diversa sopravvivenza, maggiore nei primi.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Cancer Discovery. Nelle intenzioni dei suoi autori il test potrebbe indirizzare questo nuovo trattamento in maniera più efficace, riducendo gli effetti collaterali ed evitando l'utilizzo di farmaci inefficaci previsti dalla terapia per il carcinoma prostatico avanzato. “Il test potrebbe essere adattato per ricorrere alla medicina di precisione anche in pazienti con altri tipi di tumore”, sottolinea uno dei ricercatori, il professor Johann de Bono. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali