I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Spopola nel piatto la bistecca Doc,+52% i consumi in 15 anni

Coldiretti,italiani pazzi per carni da chianine a piemontesi

Pubblicato il 08/06/2017 da Prevenzione a tavola

Boom per la bistecca Doc con consumi in aumento del 52% negli ultimi 15 anni. Dallo street food alle hamburgherie fino alla carta delle carni nei menu dei ristoranti, gli italiani hanno imparato ad apprezzare le storiche razze italiane che, dopo aver rischiato l'estinzione, sono tornate a ripopolare le campagne. Un alimento che risponde alla crescente domanda di qualità e di garanzia dell'origine.

LEGGI ANCHE: Carni rosse aumentano il rischio di morte per 9 malattie

E' quanto emerge da un'analisi della Coldiretti illustrata in occasione dell'indagine 'Il popolo dei No Vegan', ricordando il recente riconoscimento comunitario Igp ai ''Vitelloni Piemontesi della Coscia''. Tante le razze nazionali di qualità per un totale di 415 mila capi allevati, di cui la piemontese la più diffusa con 276 mila animali, la marchigiana con oltre 51 mila, la chianina con 45 mila, la romagnola con 12 mila, la maremmana con 10 mila e la podolica con 32 mila. Un patrimonio consolidato anche grazie a iniziative di valorizzazione messe in campo dagli allevatori, con forme di alimentazione controllata, disciplinari di allevamento restrittivi e sistemi di rintracciabilità elettronica.

LEGGI ANCHE: Carne convenzionale o Biologica?

Il risultato è una vera rivoluzione nell'offerta di carne in Italia, dalla macelleria, al supermercato, al ristorante dove la conoscenza delle caratteristiche specifiche dei diversi tipi delle razze è diventato un valore aggiunto. Una decisa svolta verso la qualità, con il 45% degli italiani che privilegia quella proveniente da allevamenti italiani, il 29% sceglie carni locali e il 20% quella con marchio Dop, Igp o con altre certificazioni di origine. Dall'estero, ricorda il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, viene il 40% della carne bovina consumata senza il valore aggiunto di sicurezza e sostenibilità garantita dall'italianità. (ANSA).

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali