I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tonno in scatola, consumi +2% vince rapporto prezzo-qualità

Ancit,vale 1,2 mld (+9%),nelle dispense del 94% degli italiani

Pubblicato il 07/06/2017 da Prevenzione a tavola

Ancora in aumento i consumi di tonno in scatola degli italiani che nel 2016 hanno registrato +2% pari a 150 mila tonnellate, confermandosi tra i comparti più virtuosi dell'industria alimentare. Lo segnala l'Ancit (Associazione Nazionale Conservieri Ittici), ricordando che si tratta di un prodotto vincente per il buon rapporto qualità-prezzo, presente nel 94% delle case, secondo una ricerca commissionata dai Conservieri alla Doxa. Lo scorso anno il consumo pro capite è di 2,4 kg. Il valore del settore del tonno in scatola in Italia nel 2016 è di 1,2 miliardi, con una crescita del +9% rispetto all'anno precedente; in aumento del 9% anche la produzione nazionale, pari a 74 mila tonnellate. Quanto all'export ha raggiunto quota 23.531 tonnellate (+4%), mentre le importazioni si sono attestate 89.491 tonnellate (+4,2%). Dati che posizionano l'Italia come uno dei più importanti mercati al mondo per il consumo di questo alimento e come secondo produttore europeo, dopo la Spagna. Per quanto riguarda il comparto ittico in generale, che comprende le altre conserve come sgombri, sardine, acciughe, salmone in scatola, l'Ancit stima un fatturato 2016 di 1,55 miliardo (+3% rispetto al 2015).

''Il 2016 è stato un anno positivo per l'industria italiana del tonno in scatola dimostrando ancora una volta la sua natura anticiclica'', commenta il presidente dell'Associazione Vito Santarsiero, nel ricordare come negli ultimi anni questo alimento sia diventato un piatto principale a tutti gli effetti, versatile e allo stesso tempo di alto profilo nutrizionale che in estate raggiunge il suo apice. (ANSA).

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

La dieta mediterranea allunga la vita degli anziani

Perché riduce del 25% il rischio di morte per qualsiasi causa negli over-65

Corsi - Prevenzione a tavola

Le fragole contrastano le malattie infiammatorie croniche intestinali

Secondo studio possono essere utili contro morbo di Chron e colite ulcerosa

Ecco perché le cicerchie fanno bene

Proprietà e benefici delle cicerchie

Cicerchie: tra falsi miti e realtà

In passato ingiustamente demonizzate, oggi le cicerchie sono oggetto di riscoperta

Corsi - Prevenzione a tavola

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'