Nuovo cerotto identifica chi soffre di apnee notturne e la loro gravità

Non un piccolo disturbo, ma un vero e proprio problema di salute con ripercussioni importanti su molti aspetti della vita quotidiana, compresa la sicurezza al volante: l’apnea durante il sonno è un problema comune ma difficile da diagnosticare. I risultati di uno studio clinico dimostrano che un nuovo cerotto riesce, non solo a individuare chi ne soffre, ma anche a definire la gravità del problema.

Fattore di rischio per infarto del miocardio, ictus cerebrale e ipertensione arteriosa, nonché spesso associate al diabete, le Apnee Ostruttive nel Sonno (Osas), interessano il 2-4% della popolazione. Ma tra gli uomini di mezza età colpiscono una persona su 4 e solo il 17% di chi ne è colpito è consapevole e si cura. La maggior parte dei dispositivi diagnostici del sonno da usare a domicilio è difficile da usare e tende a disturbare il sonno del paziente. Di qui l’idea di un dispositivo portatile, economico e in miniatura, pesa pochi grammi e registra la pressione nasale, la saturazione dell’ossigeno del sangue, lo sforzo respiratorio, il tempo di sonno e la posizione del corpo. Nella analisi sono state incluse le registrazioni da 174 soggetti. I risultati, pubblicati sulla rivista Sleep, mostrano che il tasso di coincidenza tra diagnosi tramite cerotto e tramite sistema standard in laboratorio (polisonnografia) è stato del 87,4%. Saranno utilizzati per ottenere l’approvazione da parte dell’American Food and Drug Administration. (ANSA).

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola”.

banner basso postfucina

Condividi il post

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa, grazie alle proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Tieniti in-forma(to)

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

Connettiti con noi sui social

Leggi le ultime su

Goditi i video su

© Prevenzione a tavola - Partita Iva: 02739610992 - REA: 507759



I nostri corsi sono validati da: