I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Neonato abbandonato in strada a Settimo Torinese, muore in ospedale

Trovato da un passante in un quartiere popolare della cittadina alle porte di Torino, probabilmente era stato appena partorito

Pubblicato il 30/05/2017 da

Un neonato appena partorito è stato abbandonato in strada, a Settimo Torinese, ed è morto subito dopo il ricovero in ospedale. E’ accaduto in via Turati 2, in un quartiere di case popolari tra il centro e la ferrovia. Erano le 6.20 e un ragazzo è corso urlando fuori da una casa e ha incontrato due netturbini. “Ci ha portati dal bambino” racconta Saverio Casorelli, 50 anni, che insieme al collega Attilio Bondino, 59 anni, è stato il primo a soccorrere il piccolo, un maschietto di carnagione chiara.  “L’ho avvolto in una tovaglia che mi hanno passato da una casa. Era ancora vivo e le mamme che sono scese in strada hanno cercato di coccolarlo. Una scena così non la dimenticherò mai”.

I due operatori ecologici, assieme ai residenti che si erano affacciati, hanno dato l’allarme chiamando il 118 e i carabinieri. Il neonato, che era stato dato alla luce da poche ore, forse addirittura all’alba, all’arrivo dei sanitari era già in arresto cardiaco. E’ stato rianimato, intubato e trasferito d’urgenza al Regina Margherita, l’ospedale infantile del capoluogo, dove però  è deceduto poco dopo l’arrivo nel reparto di rianimazione.

Sull’accaduto stanno ora indagando i carabinieri che, sul luogo del ritrovamento, stanno cercando testimonianze sulla persona che ha abbandonato il bambino. Gli investigatori hanno anche cominciato a visionare le telecamere di videosorveglianza della zona (proprio accanto al luogo del ritrovamento si trova una sede della Unipol Sai videosorvegliata), sperando di individuare il responsabile. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola”.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Castagnaccio con “mandorlotta”

Un castagnaccio speciale, con l'aggiunta della ricotta di mandorle

Crumble di castagne – Ricetta

Come preparare un delizioso Crumble di castagne, per impreziosire torte e budini

Un piatto piccante di linguine con le rape

Mi sono recata al mio supermercato personale, l’orto, ho raccolto le rape bianche e le ho trasformate in un piatto di linguine "slurp"

Mense scolastiche: ecco come dovrebbero mangiare i bambini

E' difficile che i bambini che mangiano nelle mense scolastiche godano dell'attenzione necessaria alla loro nutrizione: 10 punti per cambiare

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Corsi - Prevenzione a tavola

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia