I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Malattie della tiroide, identificato bersaglio per terapie innovative

Uno studio pubblicato su EMBO Molecular Medicine

Pubblicato il 22/05/2017 da Prevenzione a tavola

Scovato un nuovo possibile bersaglio per la cura dei disturbi della tiroide. A identificarlo in uno studio pubblicato su EMBO Molecular Medicine è stato un gruppo di ricercatori coordinato da Gou Young Koh, direttore del Centro per la Ricerca Vascolare dell'Institute for Basic Science di Daejeon (Corea del Sud).

Le ricerche si sono concentrate su una patologia della tiroide, il morbo di Graves, in cui viene prodotta una quantità eccessiva di ormoni tiroidei e i vasi sanguigni associati alla ghiandola diventano più densi. “Studi precedenti dimostrano che le anomalie nella ghiandola tiroidea e nella vascolatura circostante sono interconnesse – spiega Koh – Noi volevamo comprendere come ciò accade, a livello molecolare”. Grazie a esperimenti condotti su modelli animali i ricercatori hanno scoperto che è la produzione di un fattore di crescita endoteliale (Vegf-A) necessario per la formazione di nuovi vasi sanguigni attorno alla tiroide e per regolare gli scambi ormonali tra questi vasi e la ghiandola, stimolata dall'ormone tireotropina, a causare l'ingrossamento della tiroide associato alla malattia; inoltre lo stesso fattore di crescita porta all'aumento dell'espressione del suo recettore (Vegfr2) sulla parete dei capillari.

Bloccando questi recettori, Koh e colleghi sono riusciti ad inibire l'ingrossamento della tiroide e a interrompere le modificazioni della vascolatura. “I nostri risultati – spiega Koh – identificano il blocco di Vefgr2 come nuova strada terapeutica per bersagliare le malattie della tiroide associate alla tireotropina”. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo