I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Contro cellulite depurarsi per restituire ossigeno a cellule

L'80% delle donne con cellulite farebbe qualsiasi cosa per eliminarla

Pubblicato il 22/05/2017 da Prevenzione a tavola

L'80% delle donne con cellulite farebbe qualsiasi cosa per eliminarla e il 67% dichiara che il problema le provoca sofferenza psicologica. A fronte di questo, la cosa più importante non è trovare la macchina o l'integratore giusto ma imparare a depurarsi, eliminando per qualche giorno latticini, glutine e pomodori. E' quanto emerge da un'indagine su 1.200 donne e presentata al congresso della Società Italiana di Medicina Estetica (Sime). Cruccio per 20 milioni di italiane, la cellulite, chiarisce Pier Antonio Bacci, direttore del Centro di documentazione in Flebologia e Patologie Estetiche di Arezzo, «come mostrano recenti evidenze, deriva da alterazioni del tessuto connettivo che possono causare variazioni in alcune cellule staminali.Ma queste alterazioni possono essere in parte controllate con periodi di depurazione per mettere a riposo gli organi».

Il nostro corpo dispone di sistemi di depurazione, come fegato, reni, intestino, che eliminano le tossine che provengono dall'eccesso di zuccheri raffinati, grassi, alcool. Ma quando i livelli di equilibrio vengono superati, iniziano le alterazioni cellulari e aumenta lo stress ossidativo. Come fare quindi? «Essenziale è camminare molto e ripristinare la flora intestinale così da restituire ossigeno ed energia alle cellule». Lo schema deacidificante prevede di mangiare per 3 giorni solo a colazione e cena, lasciando gli organi a riposo per 12 ore; per i successivi 10 giorni, diminuire l'assunzione di sostanze che producono intolleranze e istamina ovvero latticini, pomodori, fragole, glutine, lieviti, frutta secca. «Causano infatti - spiega l'esperto - alterazioni funzionali dell'intestino tenue che favoriscono infiammazione dei tessuti e ritenzione idrica». (ANSA)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Corsi - Prevenzione a tavola

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle