Sonno, dormire poco indebolisce il sistema immunitario

Dormire poco potrebbe indebolire il sistema immunitario, esponendo l’organismo al rischio di sviluppare disturbi metabolici, malattie cardiovascolari e patologie infiammatorie. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Sleep dai ricercatori dell’Università di Washington (Stati Uniti), secondo cui la prolungata carenza di sonno potrebbe finire per compromettere le difese immunitarie.

Leggi anche: Dormi più di 9 ore? Ecco cosa rischi

“Questa indagine fornisce ulteriori dimostrazioni dell’importanza del sonno per la salute e il benessere generale e, in particolare, per la funzionalità del sistema immunitario – afferma Nathaniel Watson, che ha diretto il gruppo di ricerca -. I nostri risultati sono coerenti con quelli di altri studi che hanno rilevato che somministrare un vaccino a persone che non hanno dormito a sufficienza determina una risposta degli anticorpi più bassa, e con quelli delle indagini che hanno dimostrato che esporre individui che sono stati sottoposti a privazione del sonno a un virus, aumenta le probabilità che vengano contagiati”.

Gli autori spiegano che studi precedenti, effettuati in laboratorio, avevano rilevato che dormire poco può aumentare l’infiammazione e determinare l’attivazione delle cellule immunitarie. Tuttavia, queste ricerche non avevano fornito informazioni sugli effetti a lungo termine della limitazione della durata del sonno in condizioni naturali. La ricerca pubblicata su Sleep, invece, ha analizzato il modo in cui dormire influenza il benessere dell’organismo nel “mondo reale” – quindi non in laboratorio -, dimostrando per la prima volta che la carenza cronica di sonno indebolisce il sistema immunitario. (FONTE)

Condividi il post

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa, grazie alle proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

I nostri corsi
sono validati da:

© Prevenzione a tavola - Partita Iva: 02739610992 - REA: 507759